Close

Media Politika Settimanale Online

Roma, Agcom e Ossigeno alla Giornata mondiale della libertà di stampa

L’8 maggio, in occasione della 25ma Giornata mondiale della libertà di stampa, si è svolto a Roma un convegno sul tema della libertà di informazione e sugli effetti delle minacce ai giornalisti sul sistema informativo e sulla società civile. Nella Sala della Protomoteca del Campidoglio a Roma, lo scorso 8 maggio si è svolto il…

Giornalisti aggrediti, colpevoli impuniti

Riceviamo e pubblichiamo  In occasione della Giornata Mondiale, indetta dall’ONU, per la fine dell’impunità per i crimini contro i giornalisti, il 23 ottobre a Roma avrà luogo il corso di formazione professionale organizzato da Ossigeno per l’Informazione e dall’Associazione Stampa Romana: “Giornalisti aggrediti, colpevoli impuniti. Che cosa accade in Italia. L’allarme ONU”. L’Ordine riconosce sei…

Milano, Festival dei Diritti Umani alla Triennale

Una settimana dedicata ai diritti umani. Giunto alla seconda edizione, il Festival dei Diritti Umani punta a sensibilizzare la società civile sul tema della libertà d’espressione, proponendo – dal 2 al 7 maggio alla Triennale di Milano – mostre, convegni, dibattiti, proiezioni, con intellettuali e studiosi italiani ed internazionali. Ogni parola ha conseguenze. Ogni silenzio…

Sky: il piano Zappia fa insorgere i giornalisti

L’AD di Sky, Andrea Zappia, annuncia il trasferimento a Milano di 300 dipendenti, comprese tutte le risorse del canale all news. L’assemblea dei giornalisti della pay-tv si esprime all’unanimità contro il piano e si prepara alla battaglia contro l’azienda Si dice che per un romano di stanza a Milano l’unica cosa bella del capoluogo lombardo…

Siria: la difficoltà di informare, la facoltà di non informare

di Alessandra Vitullo “Per un giornalista la Siria è attualmente il Paese più pericoloso da coprire”, scrive Lorenzo Trombetta in uno dei suoi articoli (Arab Media Report), dedicati allo stato dell’informazione sulla guerra in Siria. Qui, in due anni di conflitto, 27 giornalisti hanno perso la vita, una decina sono stati rapiti e tra questi,…

Stati generali dell’informazione precaria: un patto per tutelare i giornalisti

di Valentina Verdini Negli stessi giorni in cui sul web circolava il video del deputato grillino, Riccardo Fraccaro, il quale offriva un lavoro da addetto stampa assicurando un compenso netto di 2,85 euro l’ora per 14 ore al dì senza riposo settimanale, l’Assemblea e la Commissione nazionale lavoro autonomo della Federazione nazionale della stampa italiana proponevano…

Ossigeno per l’Informazione – Polistena (Reggio Calabria). Ascia e biglietto per una giornalista: “Se scrivi ti tagliamo le mani”

DF per www.ossigenoinformazione.it Polistena (Reggio Calabria), 7 febbraio 2013 – I carabinieri indagano sull’oscuro avvertimento alla cronista del settimanale La Riviera di Polistena “Mi ritiro dalla professione giornalistica: se volevano troncare la mia carriera ci sono riusciti”. Questa la decisione di Maria Boeti, la collaboratrice del settimanale La Riviera che lunedì scorso ha trovato un’ascia e un messaggio minaccioso dentro una busta appesa al…

Ossigeno per l’lnformazione-Spari ad Assago (Milano) contro giornalista de Il Giorno

da Ossigeno per l’Informazione Assago (Mi), 30 gennaio 2013 – La cronista de Il Giorno Francesca Santolini ha denunciato che alcuni colpi di arma da fuoco sono stati esplosi contro la sua auto, ieri intorno alle 18, sulla MilanoFiori. La giornalista era alla guida. In auto c’era una sua amica, l’ex consigliere comunale di Buccinasco…

La FNSI ritira lo sciopero, ma Mediapolitika sarebbe stata lo stesso online

di Pierfrancesco Demilito Oggi il settimanale Mediapolitika è online come ogni lunedì e non perché lo sciopero proclamato dalla FNSI in seguito all’approvazione dell’emendamento al testo del ddl sulla diffamazione proposto dal senatore Berselli è stato “differito”, ma perché noi, sciopero o no, saremmo stati online ugualmente. Alcuni giornalisti della redazione avevano già annunciato la…

Siria, 7500 le vittime della repressione del presidente Assad

di Valentina Verdini Sono 7500 le vittime delle repressioni del regime siriano di Bashir al-Assad. Di questi 400 sono minori, i soggetti più deboli che difficilmente scampano ad arresti arbitrari, torture, maltrattamenti di ogni genere che spesso arrivano anche alla morte durante la detenzione. A denunciare la strage silenziosa di bambini e ragazzi è Rima…