Il 24 maggio la 54ma Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali

Locandina 2020 Giornata delle comunicazioni sociali
Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minute, 30 Second

Narrazione e memoria al centro del messaggio di Papa Francesco

DI LAURA GUADALUPI

Perché tu possa raccontare e fissare nella memoria (Es 10,2). La vita si fa storia.

Questo il tema scelto da Papa Francesco per la 54ma Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, che quest’anno cadrà il 24 maggio.

La Giornata è stata istituita dal Concilio Vaticano II il 4 dicembre 1963 con il Decreto Inter Mirifica e viene celebrata ogni anno nella domenica precedente la Pentecoste. Il tema viene annunciato dal pontefice il 29 settembre, festa dell’Arcangelo Gabriele, mentre il testo integrale del messaggio è reso pubblico il 24 gennaio ai giornalisti cattolici riuniti per celebrare, in quella data, il loro patrono San Francesco di Sales.

La Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali targata 2020 è contraddistinta da una novità: a causa dell’emergenza sanitaria tutti gli eventi sono online e in streaming. Essa si inserisce nell’ambito della Settimana della Comunicazione, la cui 15ma edizione prende il via il 17 maggio sempre in modalità online sui relativi profili Facebook e YouTube. La Settimana è a sua volta collegata al Festival della Comunicazione, che si tiene ogni anno in una Diocesi diversa e per il 2020 viene organizzato dal 4 al 24 maggio nella Diocesi di Molfetta – Ruvo – Giovinazzo – Terlizzi. Anche il Festival è stato riadattato in una versione digitale.

La Settimana della Comunicazione è un appuntamento che include iniziative pastorali e culturali come convegni, concorsi, laboratori, video proiezioni, eventi musicali e molto altro. Vede la partecipazione di giornalisti e operatori della comunicazione, personalità del mondo ecclesiastico, artisti e personaggi dello spettacolo. I promotori sono la Società San Paolo e le Figlie di San Paolo, istituite all’inizio del XX secolo dal Beato Giacomo Alberione, il quale sin da subito riuscì a scorgere nella comunicazione di massa delle opportunità per una nuova evangelizzazione. Oggi più che mai i luoghi dove incontrare le persone sono, oltre che fisici, quelli virtuali dei social media e delle app.

Ed è proprio in questi spazi digitali che si susseguiranno gli interventi di nomi quali, solo per citarne alcuni, Massimiliano Padula, docente di Scienze della Comunicazione; Giovan Battista Brunori, capo redattore esteri e vaticanista del Tg2; Francesca Fialdini, conduttrice RAI; Piero Damosso, giornalista RAI.

Gli eventi daranno voce al tema scelto quest’anno da Papa Francesco e tratto dal Libro dell’Esodo, che nelle parole del Santo Padre è un “racconto biblico fondamentale che vede Dio intervenire nella storia del suo popolo. Infatti, quando i figli d’Israele schiavizzati gridano a Lui, Dio ascolta e si ricorda” della Sua alleanza con Abramo, Isacco e Giacobbe. “Dalla memoria di Dio”, prosegue il pontefice, “scaturisce la liberazione dall’oppressione”.

Al centro del messaggio per la 54ma Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali c’è la narrazione. Afferma infatti Papa Francesco: “credo che per non smarrirci abbiamo bisogno di respirare la verità delle storie buone: storie che edifichino, non che distruggano; storie che aiutino a ritrovare le radici e la forza per andare avanti insieme”.

1 0
Happy
Happy
100 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles