Formula 1: la Ferrari saluta Vettel e sceglie Sainz. I cambi per il 2021

Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minute, 15 Second

Le voci erano tante, ora c’è anche il comunicato ufficiale, redatto dalla scuderia di Maranello e confermato dal pilota: la Ferrari e Sebastian Vettel si separeranno alla fine del mondiale 2020 che, peraltro, deve ancora cominciare. Una scelta nell’aria da tempo e che ha costretto i vertici della casa italiana a selezionare il compagno di box di Charles Leclerc in vista del campionato 2021.

Ed è stato proprio il giovane fenomeno monegasco ad indurre Vettel a lasciare la Ferrari. L’ascesa di Leclerc l’anno scorso ha convinto lo stato generale di Maranello a considerare il giovane talento come prima guida della vettura 2020, anche se a parole i due piloti sarebbero partiti e partiranno alla pari; l’età ed il talento di Leclerc hanno sopraffatto Vettel, ancora alla ricerca del titolo mondiale con la rossa dopo i 4 conquistati alla Red Bull fra il 2010 ed il 2013. Un rapporto ormai logoro quello del tedesco con la scuderia, ma non ancora al punto da generare frizioni e contrasti troppo evidenti: meglio dunque salutarsi in tempo con una stretta di mano ed un sincero augurio per il futuro, considerando anche che la stagione 2020 durerà meno delle altre e sarà con ogni probabilità di transizione per una Ferrari ancora non allo stesso livello della Mercedes e di Lewis Hamilton.

Ma chi sostituirà Sebastian Vettel a Maranello nel 2021? Il nome è quello di Carlos Sainz, apprezzato dalla proprietà italiana e che lascerà la McLaren a fine 2020. Lo spagnolo appare ormai maturo per una scuderia di vertice, il suo approdo in Ferrari poteva essere agevolato da quello di Vettel alla McLaren stessa in uno scambio quasi alla pari che permettesse alla squadra italiana di affiancare un ottimo secondo a Leclerc e a quella inglese di avere una prima guida esperta da accompagnare al rampante Norris. Ma gli inglesi hanno scelto Daniel Ricciardo che si è già pentito di aver lasciato un anno fa la Red Bull per la Renault, una vettura ancora lontana dal ritorno alla competitività di un tempo, e che in McLaren avrebbe i gradi di capitano e le motivazioni per un rilancio, suo e della storica vettura britannica.

Sebastian Vettel rischia così di rimanere a piedi per il 2021, a meno che non scelga una soluzione di ripiego, ad esempio la Renault che a questo punto deve rimpiazzare Ricciardo. Improbabile un ritorno del tedesco alla Red Bull dove ormai “comanda” Verstappen, mentre qualche possibilità in più esisterebbe in Mercedes se i campioni del mondo decidessero di correre ancora il rischio di un doppio bomber di razza affiancando Vettel ad Hamilton. 4 titoli mondiali, ad oggi, vedono avvicinarsi il pericolo di restare impolverati nella soffitta della Formula 1.

di Marco Milan

0 0
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles