Già finito il regno di Allardyce, l’ex Ct dell’Inghilterra è nei guai

allardyce“La condotta di Allardyce, come riportato oggi, è risultata inappropriata in qualità di manager dell’Inghilterra. Ha riconosciuto di aver commesso un errore significativo di giudizio e si è scusato. Tuttavia, a causa della gravità delle sue azioni, la FA e Allardyce hanno concordato di risolvere il suo contratto con effetto immediato”, inizia così il comunicato con il quale la Federcalcio Inglese ha destituito l’ormai ex tecnico della nazionale inglese Sam Allardyce in carica dal 22 Luglio.

E’ durata, quindi, solo 67 giorni l’avventura di Allardyce che paga lo scandalo pubblicato dal Daily Telegraph, in un filmato registrato di nascosto, infatti, l’ex tecnico del Sunderland, fidandosi di persone mai viste e che citavano compagnie mai viste, ha suggerito alle stesse che si trovava davanti che esistevano dei modi per aggirare i divieti sulla proprietà di terzi nella compravendita dei giocatori. Big Sam in realtà, nel filmato cita anche dei veri e propri casi cancellati, però, dalla registrazione per evidenti ragioni legali ma comunque consegnati ad autorità e federazione. Una situazione imbarazzante che ha sconquassato l’intero ambiente calcistico inglese, oltre al danno, però, anche la beffa, perché la FA, in occasione della prima gara interna della nazionale a Wembley  contro Malta, aveva fatto preparare migliaia di magliette con la famosa frase usata dall’ormai ex tecnico nel giorno del suo annuncio a luglio “The Journey starts with us all pulling together”.

Inoltre secondo il Mirror, per andarsene senza troppi problemi, il tecnico avrebbe negoziato una specie di contentino di circa 1 milione di sterline, indiscrezioni però non ufficializzate. “L’accordo con la FA è stato raggiunto in modo molto amichevole e mi scuso con tutti coloro che sono stati colpiti dalla spiacevole situazione in cui mi sono cacciato” così Allardyce ha commentato il suo allontanamento davanti la sua abitazione. Sempre secondo il The Thelegraph sarebbero coinvolti in un presunto giro di tangenti riguardanti trasferimenti milionari nell’ultimo mercato estivo anche otto manager del massimo campionato inglese. Per il momento la panchina dei Tre Leoni è stata affidata a Gareth Southgate, allenatore prima dell’under 21, che, però, secondo il Times vorrebbe un incarico definitivo e non temporaneo. Restano comunque aperte le piste che porterebbero ad allenatori stranieri, si sono tirati fuori klinsmann e Claudio Ranieri mentre Arsene Wenger con il laconico “il calcio è pieno di sorprese” non ha chiuso a questa possibilità.

di Claudio Serratore

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *