MotoGP Misano – Pedrosa irraggiungibile, Rossi secondo e le gomme…

Print Friendly, PDF & Email
Read Time1 Minute, 45 Seconds

rossi-misanoIl Gran Premio di MotoGP di Misano – San Marino, è storicamente uno di quei GP a cui il Dottore è legatissimo; la fan base è fortissima, e le aspettative sempre molto alte, e c’è da dire che in questo 2016 non sono state disattese.

E’ mancata la pole a Valentino Rossi, Pole che aveva cercato di ottenere e che aveva dichiarato di voler raggiungere ma che gli è stata negata da un velocissimo Jorge Lorenzo, che però ha perso ritmo in gara ed ha chiuso sul gradino più basso del podio.

Dispiace poi per Andrea Iannone, il pilota Ducati, caduto durante le prove libere, ha subito una lesione vertebrale e questo ha portato allo stop del team medico della MotoGP e quindi al “riposo forzato”.

Ma veniamo alla gara, il Dottore ha fatto da apripista per quasi metà gran premio, poi col passare delle tornate e il cambio delle temperature degli pneumatici, qualcosa è cambiato, il ritmo di Pedrosa e della sua Honda (contratto rinnovato di fresco) è diventato qualcosa di insostenibile e d’emblée la gara ha cambiato aspetto, con tutti ad inseguire un Pedrosa indiavolato, Rossi ha cercato di insidiare la fuga dello spagnolo sino al penultimo giro, quando ha scelto di perseguire l’obiettivo mondiale e rallentare un po’, interessante la dichiarazione a fine gara di Lorenzo che ha sostenuto fosse impossibile con il suo setup poter cercare di insinuare il gruppetto di testa.
Gara dai toni opachi per Marquez che non riesce a tenere il ritmo di gara degli altri e perde qualche punto in classifica, malgrado i 43 di vantaggio su Rossi non lo faranno di certo disperare.

Interessante comunque l’evoluzione di questa MotoGP 2016, con 8 differenti piloti saliti sul gradino più alto del podio in 8 gare, un dato che lascia ben sperare per quel che riguarda lo spettacolo, tutto è ancora aperto e c’è da scommettere che da qui alla fine del campionato gli pneumatici giocheranno un ruolo davvero importante, sembra infatti oramai chiaro che chi riuscirà prima a trovare il feeling giusto con gli stessi, potrà avere quel quid in più per – forse – portare a casa il Motomondiale.

di Francesco Galati

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles