Serie A, la Juve a un passo dal titolo. Il Napoli tiene, crollano Carpi, Frosinone e Palermo

Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minutes, 24 Seconds

Foto_Serie-AUna sola squadra al comando, come accade ormai da 5 stagioni, infatti, sembra che la Juventus faccia campionato a parte. I bianconeri non perdono dalla decima giornata di andata, 1 a 0 per il Sassuolo a Reggio Emilia, da quel momento solo risultati utili e una consapevolezza nei propri mezzi disarmante.

La squadra di Allegri fa la voce grossa anche a San Siro dove il Milan era andato in vantaggio con un colpo di testa di Alex, i bianconeri, però, pareggiano subito grazie a Mandzukic. Nella seconda frazione di gioco Pogba firma il 2 a 1 finale e proietta pesantemente la Juventus verso il quinto scudetto consecutivo. Insegue a sei punti di distanza il Napoli di Sarri, gli azzurri battono in scioltezza un Verona non all’altezza e fanalino di coda in classifica. Apre le marcature Manolo Gabbiadini, raddoppia Insigne su rigore allo scadere del primo tempo. Nel secondo tempo Callejon ne fa tre e firma una vittoria mai in discussione, il Napoli, quindi, compensa facilmente l’assenza di Gonzalo Higuain squalificato per quattro turni dal giudice sportivo per gli episodi di Udine. L’Inter supera di misura il Frosinone al Matusa in una partita tirata e intensa, a dirla tutta i ciociari avrebbero meritato qualcosa in più, almeno un punto contro un Inter disordinata e con poche idee.

La decide Mauro Icardi nel secondo tempo con un gol da vero bomber, i nerazzurri superano così la Fiorentina in classifica portandosi al quarto posto a quota 58. Proprio i toscani sembrano aver mollato mentalmente, i viola, infatti, cadono al Castellani di Empoli per 2 a 0 grazie ai gol di Pucciarelli nel primo tempo e di Zielinski nel secondo. Una squadra senza più mordente, quella di kalinic, che rischia di sciupare tutto ciò che di buono aveva fatto fino a poche domeniche fa.

Nervi tesi al Barbera di Palermo dove la Lazio del neo allenatore Simone Inzaghi, chiamato al posto di Stefano Pioli esonerato dopo la sconfitta pesante nel derby, si è imposta con un netto 3 a 0 contro una squadra molle e senza idee. Partita senza storia, nella prima frazione di gioco fa doppietta Miroslav Klose mentre nel secondo tempo la chiude Felipe Anderson, partita più volte sospesa da Gervasoni visti i continui lanci di petardi, fumogeni e oggetti da parte della tifoseria rosanero. Nella giornata di sabato vince il Chievo in casa contro il Carpi con un gol nel finale dell immortale Pellissier così come il Genoa che espugna il Mapei Stadium di Reggio Emilia grazie al gol di Dzemaili.

Due vittorie casalinghe quelle di Sampdoria e Torino, i doriani s’impongono per 2 a 0 sull’Udinese con i gol di Armero e Fernando mentre i granata vincono 2 a 1 contro l’Atalanta, Bruno Peres e Maxi Lopez fanno 2 a 0 poi Cigarini firma l’unico gol dei bergamaschi. Stasera il turno della Roma che allo stadio Olimpico affronterà  il Bologna di Donadoni, i giallorossi devono rispondere vincendo al Napoli se vogliono ancora sperare nel secondo posto.

di Claudio Serratore

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles