USA, il Michigan e la possibilità di rifiutare l’adozione a coppie gay

Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minute, 15 Second

michigan-gayÈ un periodo di grandi aperture al movimento gay quasi tutto il mondo: in Irlanda ha vinto il referendum che consentirà alle dello stesso sesso di sposarsi, durante una visita in Paraguay il Papa ha invitato una coppia omosessuale sposata a un’udienza privata . Piccole vittorie che si giocano su una scacchiera immensamente più grande. Eppure per ogni passo in avanti, ne viene fatto uno indietro.

Giovedì 11 giugno, per esempio, il Governatore del Michigan Rick Snyder, ha firmato un pacchetto di tre leggi che consentirà alle associazioni di adozione finanziate con i soldi pubblici, di rifiutare l’affido dei bambini a determinate coppie per motivi religiosi. La legge è sullo stesso modello di quella applicata nel febbraio scorso in Indiana. Anche in questo caso si è sollevato il clamore mediatico.

La legge è passata al Senato dello Stato senza che la sua votazione fosse messe preventivamente messa in agenda. I voti si sono divisi per linee partitiche, con il sostegno quasi unanime dei Repubblicani. In passato esponenti del partito si erano espressi in pubblico a favore della proposta di legge, dichiarandola necessaria per la difesa della libertà di religione  dagli attacchi degli attivisti LGBT.

Il governatore Snyder, repubblicano, ha aspettato a lungo prima di firmare la legge. In una dichiarazione rilasciata in seguito alla firma, il governatore ha dichiarato che voleva avere la certezza che ci fossero abbastanza opzioni per i bambini che avevano bisogno di un’adozione.

“Lo stato, ha proseguito, ha ottenuto progressi significativi nel trovare case ai bambini del Michigan negli ultimi anni. Questo non sarebbe possibile senza la cooperazione tra pubblico e privato che facilitano il processo di adozione. Siamo impegnati nell’assicurare che il maggior numero possibile di bambini venga adottato dal maggior numero possibile di famiglie. Queste nuove regole preverranno che agenzie basate su un credo possano subire politiche imposte che violino la loro fede. Questo atteggiamento in passato ha causato la chiusura di agenzie  in Massachussetts, Illinois, California e Washington D.C.”.

Non si sono fatte attendere le proteste dei gruppi LBGT. Il direttore esecutivo di Progress Michigan, gruppo più importante dello Stato ha denunciato il Governatore per aver firmato le leggi: “I bambini meritano delle case e i nostri rappresentati eletti devono essere ritenuti responsabili per questo eclatante atto di discriminazione. Speriamo che il Governatore Snyder sia preparato alla stessa quantità di ritorsioni che si è verificato in indiana, noi incoraggeremo la gente ad alzare la loro voce in protesta”.

Tra chi non ha gradito la legge anche la Children Welfare League americana, che in una lettera al Governatore, ha chiesto di non firmare la legge, affermando che avrebbe reso molto più difficile per i bambini trovare una famiglia.

(di Francesca Parlati)

0 0
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles