Eurorivali. Alla scoperta del Siviglia: avversario difficile per la Fiorentina di Montella

FBL-EUR-C3-BENFICA-SEVILLAUn sorteggio tra luci e ombre quello che ha visto protagoniste le due italiane impegnate in Europa League, Fiorentina e Napoli. I partenopei possono tirare un sospiro di sollievo, gli ucraini del Dnpro sono, con tutta probabilità, la meno forte tra quelle rimaste mentre i viola di Vincenzo Montella incrociano la detentrice del trofeo, gli spagnoli del Siviglia.

I biancorossi sono la più antica squadra di Spagna, nata nel 1890 e vantano nel loro palmares tre Coppe Uefa e una Supercoppa Europea. Un feeling tutto particolare con l’Europa League, gli spagnoli, infatti, occupano il primo posto insieme a Liverpool, Juventus e Inter nell’albo d’oro della seconda competizione europea più importante. Una squadra, quella di Emery, che nonostante le molte partite disputate sin qui, attraversa un ottimo periodo di forma, in campionato grazie alla vittoria casalinga di ieri sul Rayo Vallecano conquista il quarto posto superando momentaneamente il Valencia impegnato questa sera al Mestalla contro il Granada.

Un cammino esaltante quello in Europa League, liquidati senza troppa fatica il Borussia Monchengladbach ai sedicesimi di finale e il Valencia negli ottavi, quattro vittorie su quattro che hanno permesso a Bacca e compagni di giocarsi le semifinali contro lo Zenit di Hulk. Due partite entusiasmanti quelle contro i russi, all’andata il Siviglia, sotto di un gol per gran parte della partita, ha ribaltato il risultato nell’ultimo quarto d’ora dimostrando di essere viva e fissando il risultato sul 2 a 1. Al ritorno partita rocambolesca, gli undici di Villa Boas, dopo essere passati subito in svantaggio, rimontano e si portano sul 2 a 1, risultato che garantirebbe i supplementari, ma a pochi minuti dal termine gli spagnoli acciuffano il pareggio meritando così le semifinali. Ultima sconfitta europea quella del 27 novembre scorso, 2 a 0 sul campo del Feyenord nella penultima partita del girone eliminatorio.

Un mix fatto di giovani e giocatori d’esperienza, questo il segreto della rosa a disposizione del mister Emery, Banega e Reyes ma anche Deulofeu e D. Suarez. Il giocatore più rappresentativo resta, però, Carlos Bacca, il colombiano è autore di ben 17 reti in campionato e 4 in Europa League, è lui il giocatore più pericoloso per gli spagnoli. Di fronte una Fiorentina a doppia velocità, gli undici di Montella, autoritari e spettacolari in Europa, in campionato faticano e non poco, seconda sconfitta interna consecutiva, dopo quella della settimana scorsa contro il Verona, ieri è arrivata quella contro il Cagliari alla ricerca selvaggia di punti per sperare in una salvezza che pare nonostante tutto  molto difficile. I viola hanno puntato decisamente tutto sull’Europa League, per caratteristiche e protagonisti sono più adatti per la competizione continentale dove ci si affronta a viso aperto. Montella da parte sua tira un sospiro di sollievo per aver evitato il derby tutto italiano:  “Sono contento di aver evitato il derby italiano, anche se, spero, sia solo rimandato di qualche settimana. Il Siviglia è la squadra campione in carica, per cui parte da favorita ma se siamo arrivati fino a questo punto è perchè abbiamo affrontato ed eliminato squadre molto competitive”. “Loro hanno grande esperienza in questa competizione – aggiunge il tecnico napoletano- hanno vinto tre Europa League negli ultimi dieci anni, ma a questo punto, avendo guadagnato il diritto a giocarci questa semifinale, faremo di tutto per passare il turno”.

di Claudio Serratore

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *