Serie A . Testa a testa tra Roma e Lazio, il Milan respira

Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minute, 45 Second
Serie A
Serie A

Tra una diatriba arbitrale e l’altra è giunta al termine anche la ventottesima giornata di Serie A, con la Juventus che mantiene il confortante distacco di 14 punti sulla seconda classificata, 1-0 contro il Genoa con qualche episodio dubbio in sfavore degli ospiti.  A sole 10 giornate dal termine del campionato e soprattutto con una bagarre poco più in basso per contestarsi l’Europa, è lecito immaginare che Allegri&Co. dormiranno sonni tranquilli.

Tagliavento e Calvarese si rendono in senso non molto positivo, protagonisti della giornata, l’uno concedendo un rigore a dir poco generoso al Milan, fallo fuori area su Cerci e rigore fischiato, per il gol del 3 a 1 della squadra rossonera, l’episodio ha certamente minato la tranquillità del Cagliari allenato da Zeman. Calvarese invece ne combina di tutte i colori in Napoli-Atalanta 1-1, errori su falli da rigore e cartellini rossi. Benitez è furioso e nel post match arriva a prendersela anche con Massimo Mauro, di Sky. Battibecchi per questioni forse puerili, ma chi lo sa’, resta lecito domandarsi se l’utilizzo di sei arbitri in campo abbia senso visti i continui errori, ma perché ci si ostina a dire di no alla tecnologia, se poi viene usata come arma a doppio taglio nei tanto sbandierati post-partita?

Ottima prestazione del Chievo contro il Palermo, un 1-0 di sostanza, crisi nera per i palermitani che sembrano non essere più in grado di andare a rete. L’Empoli domina il Sassuolo con un eloquente 3-1, menzione necessaria per Saponara, tanta concretezza in quest’Empoli e buona parte la possiamo attribuire proprio a lui e al neo convocato in nazionale Valdifiori.

Risultato agrodolce per la Fiorentina in trasferta ad Udine, un 2-2 che non rende giustizia alla doppietta del ritrovato Mario Gomez, che a fine partita polemizza un po’ dicendo che le grandi squadre vincono questo tipo di partite, vero, ma l’impegno infrasettimanale potrebbe aver pesato un po’. Fatto sta che i due punti lasciati per strada non consento alla viola di approfittare dell’ennesimo stop dal Napoli di Benitez a 47 punti, mentre permette alla Samp di volare. Samp che grazie alla vittoria in casa contro l’Inter del Mancio si porta a 48 punti, Eder infila una punizione straordinaria e gioca tanti di palloni, festeggiando così la convocazione in nazionale.

La Lazio vince in casa contro il Verona grazie alla sontuosa prestazione di Anderson e spettacolare rete di Candreva, il distacco dalla Roma rimane immutato, ma Pioli ha saputo davvero ridar vita ai biancocelesti: sesta vittoria di fila senza subire rete. La Roma torna finalmente a vincere, battuto il Cesena col risultato di 0-1, bella rete di Daniele De Rossi, che tenta così di scrollarsi le critiche degli ultimi tempi, chissà se riuscirà a mantenere questo livello. Lontana comunque quella Roma di inizio campionato che voleva proporsi l’obiettivo di vincere lo scudetto, riuscirà l’allenatore francese a ritrovare il bandolo della matassa?

Il Parma, ormai vittima di un qualche maleficio, crolla in casa contro il Torino 0-2  ad aggravare la situazione la brutta espulsione ai danni di Capitan Lucarelli, probabilmente i nervi cominciano a saltare, e i 12 punti che separano il Parma dal Cesena penultimo suonano un po’ come una condanna.

Francesco Galati

0 0
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles