Il nuovo stadio della Roma come il Colosseo: anche i materiali saranno gli stessi

Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minutes, 0 Seconds

di Giovanni Fabbri 

Foto_Stadio RomaÈ stato presentato in Campidoglio lunedì scorso, costerà circa 300 milioni di euro, verrà costruito sul terreno di Tor di Valle e avrà una capienza di 52 mila posti espandibile a 60: queste sono le caratteristiche principali dello stadio della AS Roma, il nuovo impianto che verrà costruito dalla proprietà americana e che ospiterà le partite della squadra giallorossa. I tifosi hanno già cominciato a sognare e sono stati colpiti soprattutto dal design esterno che richiama chiaramente la struttura del Colosseo. La società ha comunicato che tutti i sostenitori saranno informati in tempo reale sugli step del processo di realizzazione. A conferma di questo, nel corso della giornata di sabato è arrivata una comunicazione dell’architetto Dan Meis, autore della progetto, che tramite Twitter ha annunciato alcune variazioni rivolte proprio al modello della Curva Sud, il settore che aveva sollevato qualche piccola perplessità in alcuni tifosi.

Qualche giorno prima lo stesso Meis aveva affermato che lo stadio verrà costruito con materiali locali che verranno prelevati dalla stessa cava che utilizzarono i romani per costruire proprio il Colosseo, un’altra dichiarazione che ha acceso l’immaginazione di tutti. Una frase che ha fatto capire che il materiale dominante del nuovo impianto dovrebbe essere il travertino, una pietra molto usata nell’edilizia, in particolare a Roma, fin dal I millennio avanti cristo. Naturalmente i migliori travertini italiani si trovano proprio nelle zone limitrofe alla capitale, per la precisione nelle vicinanze dei vulcani laziali (tra Guidonia e Tivoli). È da lì dunque che verranno estratti i materiali per la realizzazione del nuovo stadio. La caratteristica principale di questa pietra, oltre ad essere particolarmente adatta alle costruzioni di grandi dimensioni, risiede nel suo colore chiarissimo. Si può immaginare dunque una struttura esterna molto vicina al bianco, proprio come completamente bianco appariva l’Anfiteatro Flavio agli occhi di tutti gli antichi romani. Una struttura che però a differenza del monumento simbolo di Roma sarà modernissima e che avrà nelle sue vicinanze il nuovo quartier generale della prima squadra, mentre le giovanili continueranno ad allenarsi al Fulvio Bernardini di Trigoria.

Secondo quanto riferito dai vertici americani, la Roma dovrebbe fare il suo esordio nel nuovo impianto all’inizio della stagione 2016/2017, ma questa previsione, conoscendo le lentezza della burocrazia italiana, sembra piuttosto ottimistica. Intanto i tifosi giallorossi già attendono la posa della prima pietra in travertino. A quel punto tutti saranno più fiduciosi sulla definitiva realizzazione della nuova casa della Roma.

Foto: LicenzaAttribuzione Alcuni diritti riservati a calciostreaming

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles