Premier League: sempre vivo il duello in testa fra Chelsea, Arsenal e Manchester City, spettacolo a Liverpool

Print Friendly, PDF & Email
Read Time4 Minutes, 46 Seconds

Giornata interessantissima di spunti in Inghilterra.

A Manchester, sponda City, serviva la vittoria per riprendere il cammino interrotto in champions contro il Barcellona, e l’occasione è arrivata con la visita dello stoke city. Ospiti pericolosi in alcune occasioni e attacco atomico casalingo veramente in sofferenza rispetto agli standard stagionali. Ci pensa a risolvere la situazione e ad annichilire le speranze dei potters, dopo ben venticinque minuti dall’inizio della ripresa il gol vittoria di yaya toure, gol che regala i tre punti importanti per rimanere in scia del Chelsea. Blues come il Manchester City in vittoria di misura, ancor di più al cardiopalma, al cospetto di un Everton sempre brillante e messo benissimo in campo. Alla fine è il cuore del capitano leader legend Jhon Terry a mettere pressione al portiere avversario Howard che intimidito dall’arrivo del difensore getta nella sua porta il gol vittoria da calcio piazzato di Lampard nell’ultimo minuto di recupero e a regalare tre punti che potrebbero risultare importanti a fine campionato.

Risolleva la china e continua ampiamente la sua lotta al titolo l’Arsenal, che liquida il Sunderland con una prova ottima . Ispirati dall’inaugurazione fuori dall’emirates della statua di Dennis Bergkamp trovano facile mestiere contro la difesa poco attenta degli ospiti. Ci vogliono solo trenta minuti al goleador di londra olivier giroud per mettere a segno la sua personale doppietta…fitta rete di uno due che coinvolge tutte le armi qualitative degli uomini offensivi dell’arsenal a regalare uno splendido tre a zero prima dell’intervallo con rosicky. Nel secondo tempo la zuccata di koscielny regala il 4-0 prima del gol della bandiera a dieci dalla fine grazie al gran gol di giaccherini. Arsenal sotto la scia del chelsea.

Di scena a Londra sponda Crystal Palace il Manchester United campione in carica che passa soltanto nella ripresa dopo un primo tempo giocato a ritmi non da premier league al quale lo united ci ha abituato quest’anno. Il calcio di rigore di Van Persie apre lo score chiuso poi dalla grande parata di de gea e dal raddoppio magistrale di Wayne Rooney, che dopo la firma sul contratto milionario da quasi diciannove milioni di euro a stagione, firma anche la vittoria per la rincorsa ad un posto nella prossima champions league per gli uomini di moyes al dodicesimo risultato utile consecutivo .

Vittoria casalinga importante per il West Ham che liquida il Southampton con un bel tre a uno finale evidenziando ancor di più un buonissimo periodo di forma arrivato dopo l’eliminazione in FA cup di inizio anno.

A Cardiff brutta sconfitta casalinga per i Bluebirds che non vincono da quattro partite: per i Tigers gol di Huddleston, doppietta di Jelavic e gol di Livermore a sottolineare un sempre più convincente Hull city.

Scontro salvezza tra WBA  e il fanalino di coda Fulham guidato per la prima volta dal ex tecnico di Bayern e Shalke Felix  Magaat. La gran mole di gioco degli ospiti produce il vantaggio nel primo tempo dove il
WBA rischia tanto  dominando poi il secondo tempo, non trovando facilmente la via del gol solo per la bravura del portiere ospite stekelemburg, assolutamente il migliore in campo. A cinque minuti dalla fine la barricata del Fulham cade con il gol del 1-1 che fissa il punteggio finale sul pari che non accontenta nessuna delle due squadre.

Nelle partite della domenica importante vittoria del New castle che torna al successo dopo settimane difficilissime grazie al gol nello scadere del match di Remy.

Si  ferma invece la rincorsa alla champions del Tottenham bloccato dalla sconfitta sul campo di un ottimo Norwich che con il successo si lancia in piena forma nella lotta per restare nella massima serie.

L’ultimo commento è per una partita che non solo è stata la più bella di questo ventisettesimo weekend di premier league, ma sicuramente è stata se non la più bella, una delle più entusiasmanti partite di tutta la stagione corsa fino a questo momento. Nell’analizzare un risultato cosi bello soltanto da vedere c’è tutto lo spirito che questo campionato manifesta e che difficilmente può essere eguagliato in qualsiasi altra parte del mondo calcistico. A trovare la vittoria tra Liverpool e Swansea City sono stati nel finale gli uomini di casa. Per i reds sembrava una passeggiata contro una squadra di bassa classifica coinvolta in una difficile battaglia per la retrocessione. Ancor di più il risultato di due a zero per gli uomini di Rodgers dopo venti minuti grazie alle reti di Sturridge e Henderson dava il via ad una giornata di accademia per i padroni di casa.

Ma l’immediato uno a due firmato dall’ex Shelvey ha subito messo in chiaro che sarebbe stata una partita a dir poco fantastica.

E’ qui che nasce l’inizio dello spettacolo, grazie ai tifosi del Liverpool, impeccabili nell’applaudire il loro ex giocatore oggi avversario a segno contro la propria squadra.  Ma le emozioni non sono finite perché al ventisettesimo Bony fa 2-2 (decisiva la deviazione di Skrtel su cross di de Guzman). Al 36′ però Sturridge firma la sua doppietta personale: è 3-2 alla fine del primo tempo.

Ad inizio ripresa anche Bony mette a segno il suo secondo gol regalando un finale di match bellissimo da tutti e due i fronti, risolto solamente a quindici dal termine dalla terza doppietta di giornata, quella di Henderson che regala la vittoria importantissima per i reds che restano in scia delle prime tre e gli applausi di tutto Anfield ad un avversario lo Swansea City, che paragonato ad altre squadre di bassa classifca in europa si dimostra un vero e proprio top team regalandoci una partita fantastica, che poche volte abbiamo visto tra due squadre con così tanta differenza di organico e classifica.

 Francesco Proietti

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles