FORMULA 1. VOLA LA MCLAREN, BENE ANCHE FERRARI E WILLIAMS. PROBLEMI PER LA RED BULL

Print Friendly, PDF & Email
Read Time1 Minute, 42 Seconds

mclarenIniziano i  test per la stagione 2014 di Formula 1 ed iniziano le prime sorprese. La McLaren, data non tra le favorite per il titolo iridato, ha stupito tutti con l’esordiente danese Kevin Magnussen che ha fatto registrare i migliori tempi, oltre a dimostrare una confidenza da veterano con la vettura.

Bene la McLaren (in testa sia con Magnussen che con Button), dunque, ma bene anche la Ferrari, nonostante qualche problemino tecnico che ha appiedato Fernando Alonso dopo pochi chilometri, che ha mostrato un buon passo ed una discreta potenza. Ottime pure le prestazioni della Williams che con Felipe Massa al volante ha fatto registrare tempi interessanti, nonchè buona affidabilità. Curioso come il brasiliano abbia ottenuto prestazioni migliori dell’ex compagno della Ferrari. Tutta da scoprire, invece, la nuova Mercedes, soprattutto perchè Lewis Hamilton ha potuto girare poco dopo essersi schiantato nelle prime curve a Jerez; nessuna grave conseguenza per il pilota inglese, ma impossibilità di comprendere al momento il reale o presunto valore della monoposto tedesca. Sorprende in negativo la Red Bull, vale a dire la grande favorita del campionato, che ha avuto problemi di motore sia col campione del mondo Vettel e sia con Daniel Ricciardo, il quale non è riuscito a percorrere neanche un metro poichè la RB10 si è arrostita durante il giro di lancio. Preoccupano i propulsori turbo Renault, anche se, è chiaro, è presto per tracciare righe con la matita blu. Male pure la Toro Rosso con Vergne che ha girato accusando un fastidioso e per nulla ben augurante rumore al motore.

A un mese e mezzo dall’inizio del campionato, dunque, appaiono in vantaggio McLaren e Ferrari, mentre la Williams si candida a recitare il ruolo di outsider. Ma attenzione, spesso i primi test dell’anno hanno svelato carte fasulle per il campionato e le indicazioni ricavate sono risultate poi per nulla incisive nel mondiale. Mancano all’appello le prestazioni della Mercedes, della Lotus, oltre alla Red Bull che, appare scontato, non rimarrà a guardare e non si lascerà trovare impreparata nell’anno delle rivoluzioni, e sarà pronta ad attaccare il quinto titolo consecutivo.

Marco Milan

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles