CALCIO A 5, EURO 2014: L’ITALIA AI QUARTI GRAZIE AL 7 A 0 SULL’AZERBAIGIAN

Print Friendly, PDF & Email
Read Time1 Minute, 33 Second

CALCIO A 5Gli azzurri entrano nella manifestazione continentale di calcio a 5 con una settimana di ritardo dal suo inizio. È di ieri la vittoria contro l’Azerbaigian con il punteggio di 7-0, una gara mai in discussione giocata in maniera sublime dalla squadra italiana. Si tratta del primo successo del torneo, una vittoria che regala ai ragazzi di Menichelli un soffertissimo passaggio del turno.

Il brutto esordio di lunedì scorso, sconfitta contro la nazionale slovena con il risultato di 3-2, aveva fatto tremare un po’ tutti. Una battuta d’arresto che nella fase a gironi dell’Europeo per l’Italia mancava addirittura dall’edizione del 1996. Gli uomini di Menichelli hanno però prontamente rialzato la testa qualificandosi per i quarti di finale contro la Croazia, un impegno sicuramente molto duro che andrà in scena martedì 4 febbraio. La Slovenia conquista invece la seconda posizione eliminando la squadra azera.

Negli altri gironi nessun problema per Ucraina e Romania che passano il turno a discapito dei padroni di casa del Belgio; tutto facile anche per Russia e Portogallo che costringono all’eliminazione i Paesi Bassi. Del gruppo D abbiamo già parzialmente parlato: i campioni in carica della Spagna ottengono la prima posizione, secondo posto per la Croazia ed eliminazione per la Repubblica Ceca. Il vero spettacolo comincerà però dalla giornata di domani, quando si giocheranno i primi due match di quarti di finale. Prima si affronteranno Ucraina e Portogallo, poi sarà il turno di Romania e Russia.

La finale è prevista per domenica 8 febbraio e tutti i tifosi azzurri sperano di poter vedere la squadra di Menichelli arrivare tanto lontano. Un cammino, quello verso la finalissima, che non sarà certo semplice. Per provare a fare il miracolo l’Italia dovrà mettere in campo tutte le armi a sua disposizione. Sarà vietato abbassare la concentrazione, perché nel calcio a 5 le sorprese sono sempre dietro l’angolo, la Slovenia insegna.

Giovanni Fabbri

0 0
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles