BUNDESLIGA. Il solito grande Bayern, cade il Borussia Dortmund

Calcio. In Germania va in scena la quindicesima giornata di Bundesliga, il big match si gioca al Westfalenstadion, il Borussia Dortmund affronta un pericolosissimo Bayer Leverkusen, si gioca per il titolo di anti-Bayern. Ci prova subito il Borussia, Aubameyang cerca Lewandowsky, ma Leno si fa trovare pronto. Al 17′ amnesia della retroguardia giallonera che regala il pallone al Bayer sulla tre quarti, il pallone finisce a Son che vive un momento di forma straordinario, il sudcoreano supera la difesa del Borussia, scarta anche il portiere e porta in vantaggio i suoi. Ancora un’occasione per il sudcoreano che è una spina nel fianco del Borussia ma l’attaccante conclude largo sciupando l’occasione del raddoppio. Il secondo tempo è spoglio di emozioni, eccezion fatta per un fallaccio di Spahic su Lewandowski, gli animi si scaldano e si scatena un accenno di rissa, lo stesso Spahic alza le mani su Mkhitaryan e viene espulso dall’arbitro, il resto del match è solo nervosismo da parte delle due squadre, triplice fischio il Bayer ha espugnato il Westfalenstadion.

Al Weserstadion il Werder Brema ospita il Bayern Monaco. Il vantaggio dei bavaresi arriva al ventesimo, Ribery semina il panico sulla sinistra, mette un traversone rasoterra al centro Lukimya interviene ma il traversone è potente e finisce in rete. Il raddoppio arriva grazie allo stacco di testa di Van Buyten servito perfettamente da Tony Kroos su calcio piazzato. Il terzo gol porta la firma di Ribery che è tutto solo davanti al portiere. 4 a 0 di Mandžukic al 60′, nuovamente solo davanti al porrete, la difesa del Werder è inesistente e sfrutta l’occasione anche Muller che realizza il 5 a 0, le altre reti le firmano nuovamente Ribery e a tempo scaduto Goetze. L’instancabile l’ex Borussia è il migliore in campo del match in una prestazione generale comunque superba per tutto il Bayern.

Importantissima la vittoria del Borussia Moenchengladbach che ospitava lo Shalke 04, sfida per la zona Champions League e per i padroni di casa in palio c’era la possibilità di raggiungere il Borussia Dortmund al terzo posto a quota 31 punti. Il match inizia in salita per i padroni di casa, Kevin Prince Boateng viene atterrato in area di rigore, l’arbitro concede il penalti per lo Shalke, Jefferson Farfan non fallisce scagliando un tiro imprendibile. Pareggio del Borussia al 25′ con Raffael gran sinistro dalla distanza che si insacca sotto il sette, ottava rete in questa stagione. Allo scadere del primo tempo, Kruse prova il sinistro, sulla traiettoria però il pallone trova il braccio di Höwedes, l’arbitro fischia il calcio di rigore ed espelle il centrocampista per doppio giallo. Kruse trasforma il rigore e porta in vantaggio i suoi. Nel secondo tempo lo Schalke ha qualche occasione per pareggiare il match ma il Borussia è solido in difesa e conquista i 3 punti.

Scontro importante quello tra Amburgo e Augsburg, gli ospiti sono ben saldi in zona Europa League. Bobadilla ex River Plate lascia andare il destro nei minuti iniziali ma Adler si fa trovare pronto. Al 18′ Altintop si invola sulla destra serve un bel pallone dentro, qui la difesa dell’Amburgo ha delle responsabilità, perché il pallone finisce proprio a Bobadilla che non ha difficoltà a segnare l’1 a 0. L’Amburgo gioca sotto tono l’Augsburg prende il sopravvento dominando tutto il secondo tempo. L’Amburgo avrebbe la palla del pareggio ma Hitz fa buona guardia della sua porta.

Lo Stoccarda tenta il sorpasso sull’Hannover 96, le cose si mettono subito bene grazie alla rete di Harnik al 13′, bello il piattone destro dell’austriaco, Zieler la prende ma non trattiene. Al 28′ l’Hannover riesce a pareggiare, merito di un guaio difensivo, incomprensione tra centrale e portiere, ne approfitta Sobiech. L’Hannover trova il vantaggio nuovamente grazie ad una situazione fortunosa, su calcio di punizione Ulreich esce alla disperata mancano il pallone, è Sane a segnare il vantaggio ospite. Lo Stoccarda trova il pareggio al 32′ bello il cross di Harnik per Ibisevic che si tuffa e impatta di testa il pallone. La ripresa comincia alla grande per lo Stoccarda che sfrutta una manovra ariosa per portare al gol Traore, è il gol del vantaggio. L’ultima rete la segna proprio l’ex Hannover, Rausch, bella la rete di passaggi è ottimo il suo tempo d’inserimento, supera poi il portiere con un pregevole esterno sinistro.

Tra Eintracht Francoforte e Hoffenheim succede tutto nel secondo tempo, vanno in vantaggio gli ospiti con Schipplock che semina la difesa avversaria e conclude con un bel rasoterra. al 51′ l’Hoffenheim parte in contropiede, l’Eintracht è spaccato in due ed è tutto facile per Firmino che si ritrova solo davanti a Trapp e segna la rete della vittoria.

Lorenzo Centioni

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *