SERIE B. Il Lanciano acciuffa il Palermo in extremis, mantiene la testa l’Empoli

Proprio al 93′ il Palermo sciupa la possibilità di conquistare la vittoria a Lanciano e balzare al comando della classifica di serie B che resta guidata dall’Empoli. Questo il tema della diciassettesima giornata del torneo cadetto, caratterizzata dalla partitissima di Lanciano.

Il Palermo va avanti nel secondo tempo col baby bomber Belotti (6 centri in 9 gare per l’attaccante dell’Under 21) e viene agguantato dagli abruzzesi a tempo scaduto e per mano, è proprio il caso di dirlo visto il controllo dubbio, di Manuel Turchi, attaccante dei rossoneri nonchè consorte della presidentessa del club. Grazie Lanciano, dunque, è l’urlo dell’Empoli, bloccato anch’esso sull’1-1 dal Crotone quarto, ma sempre in testa alla classifica per il mancato sorpasso del Palermo. Il Lanciano resta al terzo posto e potrebbe essere agganciato stasera dall’Avellino qualora gli irpini vincessero il posticipo di La Spezia. Dopo quattordici risultati utili consecutivi, tutti ottenuti con Breda in panchina dopo l’esonero di Auteri, cade il Latina, battuto a Terni per 1-0 ma in ogni caso in piena zona playoff, dove irrompe il Pescara che sbanca Siena per 3-1 ed agguanta un Cesena in netto calo e sconfitto in casa dal Padova nell’anticipo di venerdì: rete di Pasquato per un Padova che lascia il penultimo posto staccando la Reggina che a Brescia rimedia l’ennesima sconfitta stagionale nonostante il ritorno in panchina del vecchio allenatore Atzori; per il Brescia di Bergodi una boccata d’ossigeno che allontana i lombardi dalle zone pericolose della classifica. Ko va anche il Varese, sconfitto a Carpi da un pallonetto sontuoso di Alessandro Sgrigna, mentre il Trapani viene raggiunto per due volte a Cittadella in una gara contestatissima dai veneti a cui l’arbitro annulla due gol. A centro classifica resta il Modena, superato a Novara da una rete dell’eterno Rubino, unico calciatore a segnare con la maglia novarese in tutte le categorie, dalla C2 alla serie A. Il Bari, infine, esce da Castellammare di Stabia con un punto guadagnato grazie al gol di Marotta e alla papera clamorosa del portiere campano Calderoni, ennesimo segnale che questo per la Juve Stabia è veramente un campionato disgraziato: ultimo posto, 8 punti appena, ben 9 da recuperare sulla zona playout, situazione già al limite della disperazione.

In classifica marcatori, Mancosu (Trapani) fa gol ed aggancia in testa Tavano (Empoli) che a Crotone resta a secco, così come Pavoletti (Varese) che rimane al secondo posto con 10 reti realizzate.

Ultima annotazione: Carpi-Padova (la gara sospesa ad agosto per guasto all’impianto elettrico dello stadio) verrà ripresa dal 26′ del primo tempo, niente vittoria a tavolino per i veneti, quindi. Evviva, dopo oltre tre mesi si è presa la decisione, ora speriamo che non ne occorrano altrettanti per stabilire la data.

Marco Milan

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *