Eurocalcio. Cade il Barcellona contro il Bilbao, il solito Robben trascina il Monaco. Il Lille all’inseguimento del Psg

Print Friendly, PDF & Email
Read Time7 Minutes, 59 Seconds

Liga –  La copertina è ovviamente tutta quanta per l’Athletic Bilbao che è stato capace di infliggere nel posticipo la prima sconfitta in campionato al Barcellona del Tata. Eroe è stato il classe 1992 Iker Muniain. L’assenza di Messi forse comincia a farsi sentire, visto che in casa blaugrana è arrivata la seconda sconfitta dopo la quella patita in Champions League. L’Atletico Madrid nel pomeriggio era andato in scena contro l’Elche. E’ un primo tempo soporifero eccezion fatta per un tiro in porta dei padroni di casa e un lampo dalla distanza di Arda Turan che non ha fortuna. L’inizio del secondo tempo vede un Elche baldanzoso soprattutto con Carles Gil che dalla distanza inventa un gran sinistro, ma Courtois si fa trovare pronto e si distende egregiamente. L’Atletico risponde con Raul Garcia che prova il destro dalla distanza l’estremo difensore del Elche non trattiene e sulla ribattuta interviene Koke che porta i colchoneros in vantaggio. Il raddoppio arriva a 15 minuti dal termine su assist delizioso di Lopez, il bomber Diego Costa fa 2 a 0, segnando il quindicesimo gol stagionale in 15 partite. A Madrid iinvece il Real ospita il Valladolid, i blancos senza CR7 cercano la vittoria per rimanere in scia delle prime. Ancora un centrocampo inedito per Ancelotti che ha ritrovato un fondamentale Xabi Alonso. Dopo solo 5 minuti Di Maria tira da fuori area, disegnando una parabola magica, Marino non ci può arrivare ma è fortunato perché il pallone colpisce la traversa. Isco e Di Maria da una parte e Xabi Alonso e Bale dall’altra sono devastanti dopo pochi minuti il Valladolid è evidentemente disorientato. Il Real passa in vantaggio alla mezzora grazie allo spunto di Di Maria sulla sinistra, il portoghese scatena il sinistro, Marino respinge ma Bale facilmente ribadisce in rete. Il gallese è il protagonista della serata al Bernabèu. Il raddoppio arriva grazie al suo assist per Benzema, il lancio dalla trequarti è illuminante, l’attaccante francese devo solo appoggiare in porta. Nella ripresa si fa vedere Modric, il Valladolid è praticamente schiacciato nella sua area e al minuto 63′ arriva ancora la rete di Bale, colpevole la difesa degli ospiti. C’è molta intesa tra Marcelo e Bale è dalla sinistra infatti che arriva la quarta rete madrilena, firmata sempre Gareth Bale.

Negli altri match di Sabato l’Espanyol ospita la Real Sociedad. Primo tempo tutto per i padroni di casa il vantaggio arriva alla mezzora con la rete di Còrdoba, rete di pura potenza e velocità per l’attaccante che semina la difesa degli ospiti e conclude in porta con freddezza. L’Espanyol avrebbe anche la palla del 2 a 0 ma il portiere della Real Sociedad è pronto sulla conclusione di Garcia. La rete del pareggio arriva a 20 minuti dal termine, bello lo stacco di testa di Griezmann che firma la suo nona rete stagionale. Allo scadere arriva la fortunosa rete per la Real Sociedad, è la rete che vale 3 punti, su calcio d’angolo Stuani tenta di liberare la sua area di rigore ma l’intervento è goffo e il pallone finisce in rete. Il Celta Vigo di Luis Enrique ospita l’Almerìa, sono gli ospiti a passare in vantaggio con il diagonale vincente di Suso al decimo minuto. Il Celta risponde al campanello d’allarme cominciando a macinare gioco, è Orellana a segnare il gol del pareggio, bella la sua incursione e il rasoterra vincente. Il vantaggio del Celta arriva nella ripresa su clacio d’angolo Oubiña si trova solo davanti al portiere e fa 2 a 1. L’Almeria sciupa l’occasione del pareggio e il Celta punisce con Charles, ex del match. Nei match di venerdì, pareggio tra Villareal e Malaga, 1 a 1 al Madrigal. Il Villareal inizia il match con il piglio giusto, Ulche si mette in mostra egregiamente, il vantaggio per il sottomarino giallo arriva alla mezzora, con il piattone di Bruno servito da Cani. Il Malaga ha il merito di rimanere nel match fino all’ultimo, Caballero salva il match più volte, il portiere del Malaga lascia i pali al minuto 92′ per andare a saltare sul calcio d’angolo, ed è complice dell’azione del pareggio che porta Weligton all’insperato pareggio. Il Getafe batte il Levante 1 a 0 con la rete di Pedro Leòn al 79′. Il Betis pareggia in casa con il Rayo con il risultato di 2 a 2, reti di Amaya e Verdù per il biancoverdi, doppietta di Bueno per gli ospiti.

Bundesliga – In Germania il Bayern Monaco ospita l’Eintracht Braunschweig, testa coda della Bundesliga, 30 punti di differenza tra le due squadre, ma chi ha fatto veramente la differenza in campo è stato il solito Robben. L’olandese vive un periodo di forma sfavillante, dopo due minuti porta in vantaggio il Bayern, servito da Götze, il numero 10 prima prende il portiere poi la sfera finisce sul palo e lo stesso Robben è lesto a ribadire in rete. Il gol del raddoppio arriva alla mezzora, con il classico taglio verso il centro del tornante olandese che scaglia facilmente il sinistro in porta. Insegue il Bayer Leverkusen che ospita il Norimberga. Le aspirine cercano la reazione dopo la clamorosa sconfitta contro il Manchester United in Champions League, le 5 reti rappresentano uno smacco per il Bayer. Ottima la prestazione del Sud Coreano Son autore di una doppietta e del pilastro d’attacco Kießling. Anche il Borussia Dortmund vince contro il Mainz 05 in trasferta, Aubameyang sblocca il match su calcio di punizione, magistrale l’esecuzione dell’attaccante, il Mainz pareggia su calcio di rigore, poi il Borussia ricomincia a macinare gioco, sciagurato l’intervento del colombiano Soto che si improvvisa portiere, espulsione e calcio di rigore, Lewandowski trasforma il penalti, il match si chiude con un penalti fotocopia dell’attaccante polacco. Vittoria netta dello Schalke 04 contro lo Stoccarda, 3 a 0 il risultato finale, doppietta di Farfan e rete di Jones. 0 a 0 tra Hertha e Augsburg. Pirotecnico 4 a 4 tra Hoffenheim e Werder Brema. Doppio vantaggio per l’Hoffenheim con Salihovic che trasforma due rigori, il primo con una sassata che Wolf non può parare, il bosniaco trasforma il secondo penalti con un delizioso cucchiaio è la sua sesta rete in Bundesliga. Hunt accorcia le distanze per il Werder, anche lui su calcio di rigore, lo stesso Hunt è autore dell’azione che porta all’infortunio del portiere dell’Hoffenfeim, Casteels è distratto e regala a Elia la palla del pareggio. Nella ripresa Volland di testa porta in vantaggio i padroni di casa. Poi al minuto 53, Herdling mette in mostra le sue doti balistiche, lascia andare il destro è ancora doppio vantaggio per l’Hoffenheim. Gravi però le disattenzioni della retroguardia e il Werder accorcia nuovamente le distanze con Petersen. Al novantesimo, su calcio d’angolo il Werder sfrutta l’ultima occasione per pareggiare, è Bargfrede l’eroe del Rhein-Neckar-Arena. Nell’anticipo di venerdì Wolfsburg e Amburgo pareggiano 1 a 1. Ospiti in vantaggio con la punizione di Calhanoglu al 20′, pasticcio di Benaglio che sbaglia il tempo dell’uscita il pallone colpisce la traversa rimbalza sulla schiena del portiere e finisce in porta. L’arbitro alla mezzora concede un fin troppo generoso calcio di rigore al Wolfsburg, Rodriguez non sbaglia e firma il gol del pareggio.

Ligue 1 – Nel posticipo solita vittoria travolgente del Psg che ormai ha trovato la quadratura del cerchio. Di rigore (due ed entrambi realizzati da Ibra) più le reti di Cavani e Tiagho Silva l’italiano Psg si è sbarazzato dell’impotente Lione. I parigini restano così primi a + 4 punti sul Lille. Il Monaco di Ranieri ospita il Rennes, al Louis II le cose si mettono subito bene per i monegaschi, Rodriguez sblocca il match con un pregevole calcio di punizione. Il sinistro è potente e Costil non accenna neanche la parata, qualche responsabilità da parte del portiere del Rennes. La squadra di Ranieri gioca benissimo e il raddoppio arriva allo scadere del primo tempo, azione corale dei monegaschi conclusa con fermezza da Martial. Ottima prestazione del Monaco che non ha sofferto l’assenza di Falcao, fermo per un fastidio muscolare, i bianco rossi si confermano come terza forza del campionato. Il Valenciennes ospita il Lille artefice fino ad ora di un campionato eccellente, squadra solida e prima antagonista del PSG. Partita combattuta fino al minuto 47 dove la retroguardia del Valenciennes compie un pasticcio clamoroso, colpevole Penneteau autore di un’uscita avventata, la sfera finisce sui piedi di Rodelin che segna, è la rete che vale la conferma del secondo posto in Ligue 1 alle spalle del PSG. Si conferma in splendida forma il Saint-Etienne che mostra il poker allo Stade de Reims. Apre le marcature Sall al 62′ bello il suo stacco di testa su calcio d’angolo. Calcio piazzato dalla tre quarti, la difesa del Reims è troppo distratta, Perrin ne approfitta e a volo d’angelo segna il 2 a 0. Il Reims è in balia del Saint-Etienne ogni calcio piazzato è un pericolo, la terza rete arriva da calcio d’angolo e nuovamente Perrin ne approfitta. Doppietta per lui nel giro di due minuti. La quarta rete la segna Erding indisturbato davanti ad Agassa, giornata tragicomica per la difesa del Reims. Il Guingamp batte il Nantes per 1 a 0, il gol partita arriva a mezzora dal termine, segna Sankharè di testa scavalcando l’incolpevole Riou. Il Lorient ne fa 3 al Nizza, potente e concreto l’attacco arancione. Il Tolosa stravince contro il Sochaux. Gli ospiti vanno in vantaggio con una bella trama offensiva, pregevole la conclusione di Mayuka anche se il portiere del Tolosa ha qualche responsabilità, poi si spegne la luce per il Sochaux, gravi le disattenzioni difensive, 5 a 1 il risultato finale. Domenica sera importanti successi anche per Bordeaux che ha battuto per 4 a 0 l’Ajaccio e del Bastia che ha sconfitto per 2 a 0 l’Evian Thonon Gaillard. Nell’anticipo di venerdì, il Marsiglia vince 2 a 0 contro il Montpellier, terza vittoria di fila per gli uomini di Baup. Nei match domenicali il Bastia vince 2 a 0 contro l’Evian grazie alle reti di Krasic e Khazri. Il Bordeaux cala il poker contro l’Ajaccio, 4 a 0 il risultato finale.

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles