Serie B, 16.ma giornata: l’Empoli si salva al 90′ e resta primo, fra le inseguitrici vince solo il Palermo

La fortuna aiuta gli audaci, si sa, e l’Empoli capolista della serie B, al termine della sedicesima giornata di campionato sente calzanti entrambi gli appellativi.

Gli uomini di Sarri si salvano in zona Cesarini nell’anticipo del venerdì contro il Brescia, acciuffato da Tavano, nuovo capocannoniere del torneo, per un pareggio che lascia l’Empoli da solo al comando della classifica grazie anche alle concomitanti frenate di chi insegue. Fra le dirette concorrenti dei toscani, infatti, vince solamente il Palermo, giustiziere di un coriaceo Novara proprio al 90′ per mano del giovane bomber Belotti. Ora i siciliani sono da soli al secondo posto, visto che il Lanciano cade ancora, sconfitto di misura a Trapani per una vittoria che in casa trapanese sa tanto di vendetta dopo la sconfitta patita nella finale playoff di C1 due anni fa proprio contro il Lanciano. Lo scontro diretto fra Avellino e Cesena, poi, termina a reti inviolate allontanando entrambe le compagini dai primi due posti della graduatoria cadetta.  A farsi sotto è così il Latina che batte in casa la Juve Stabia ultima della classe, scavalca proprio il Cesena e si getta all’inseguimento del quinto posto, occupato dal Crotone che torna da Padova con un dignitoso 0-0. Per Fulvio Pea, alla prima panchina con la Juve Stabia, esordio amaro e salvezza sempre più lontana per i campani. Torna ad affacciarsi in zona playoff anche il Varese, 2-1 al Cittadella, mentre non si avvicinano Modena e Siena dopo l’1-1 nella sfida del Braglia fra la formazione di Novellino e quella di Beretta, superate in classifica da Spezia e Pescara che vincono rispettivamente a Reggio Calabria (2-1 che fa sprofondare sempre di più i calabresi di Castori) e in casa contro il Carpi (4-2).  Il posticipo di stasera fra Bari e Ternana, infine, sarà una ghiotta opportunità per pugliesi ed umbri di tirarsi fuori dai bassifondi della classifica.

Come detto in apertura, è l’empolese Francesco Tavano il nuovo re dei bomber della serie B: con la doppietta rifilata al Brescia, infatti, l’ex romanista sale a quota 11 reti, al secondo posto Pavoletti (Varese) aggancia Mancosu (Trapani) a 10.

Marco Milan

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *