Tennis. A Parigi Bercy al via i quarti di finale, spiccano Federer-Del Potro e Wawrinka-Djokovic

Il calendario e la vicinanza con l’appuntamento del Master finale di Londra avevano reso l’appuntamento con il Master 1000 di Parigi Bercy un torneo al quale pochi big rispondevano presente, o almeno non tutti insieme. L’edizione di quest’anno però sta andando come sperato dagli organizzatori, e i quarti di finale di oggi vedono in gara tutti gli otto che poi andranno a Londra a giocarsi il titolo di Maestro dei Maestri, con l’unica assenza di Andy Murray che sta lavorando per tornare all’inizio della prossima stagione.

A dare il via, questo pomeriggio, ai quarti di finale dell’ultimo mille dell’anno saranno Wawrinka e Djokovic. Lo svizzero, che viene dalla vittoria in due set su Almagro, cerca un successo importante contro il serbo, dopo esserci andato vicino agli Us Open, e soprattutto nella storica partita dell’Australian Open di quest’anno, terminata 12-10 al quinto set per Novak. Djokovic sa che probabilmente dovrà giocare un’altra battaglia, ma è apparso in ottime condizioni e anche molto sereno, la vittoria in rimonta con Isner negli ottavi di finale (6-7 6- 1 6-2) lo dimostra.

Secondo match di giornata sarà la ripetizione della finale di Basilea della scorsa settimana: Roger Federer contro Juan Martin Del Potro. L’argentino ci ha preso gusto a battere l’ex numero uno del mondo e dopo aver vinto non senza difficoltà contro il bulgaro Dimitrov negli ottavi (3-6 6-3 6-4) è pronto a ripetersi con Federer, anche se l’argentino dovrà stare attento a ogni minimo colpo e urto della sua racchetta. Delpo, infatti, ha solamente 2 racchette da poter usare fino alla fine della stagione. La Wilson ha messo fuori produzione la sua fedele Six One 95, e il giocatore non è intenzionato a cambiare attrezzo. Federer, invece, passata la grande paura di non prendere parte al Master per la dodicesima volta consecutiva, è sembrato compiere passi in avanti (già da Basilea) rispetto alla versione tristemente opaca in cui l’abbiamo visto in quest’ultima fase di stagione. La vittoria comoda contro Kohlschreiber per 6-3 6-4 dà fiducia, ma la strada verso quello che sarebbe il primo titolo dell’anno è ancora una volta in salita.

Attesa anche per l’incontro del cannibale Rafa Nadal, vero e unico dominatore della stagione, contro l’ultimo francese rimasto, Richard Gasquet. Tanti sono stati i successi sulla terra parigina che però allo spagnolo manca ancora il 1000 della capitale francese, che non ha visto però lo spagnolo prendervi parte in molte occasioni. Nadal si presenta ai quarti dopo aver sconfitto in due set (7-5 6-4) il polacco Janowicz e mai come quest’anno ha la grande occasione di aggiungere questo tassello alla lista dei suoi successi. Per Gasquet vincere sembra impresa proibitiva, l’importante per il francese è stato comunque guadagnarsi la partecipazione al torneo degli otto del mondo, grazie anche alle sconfitte premature di Tsonga e Raonic. Richard, che arriva dalla vittoria su Nishikori per 6-3 6-2, ha comunque il talento per dire la sua anche contro un muro qual è Rafael Nadal.

L’ultimo incontro è quello che vede impegnati i due outsider, a Parigi come a Londra: David Ferrer, campione in carica a Bercy, e Tomas Berdych. Lo spagnolo, che viene dalla vittoria comoda su Simon, non ha ripetuto la stagione scorsa, ma è rimasto comunque aggrappato alle prime posizioni del mondo. Il ceco, invece, ha eliminato il bombardiere Raonic negli ottavi e cercherà come sempre di impensierire i soliti favoriti per la vittoria finale.

di Francesco Galati

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *