Formula 1. A Suzuka ancora Vettel e la Red Bull fa doppietta. Terzo Grosjean davanti ad Alonso

Print Friendly, PDF & Email
Read Time3 Minutes, 14 Seconds

E sono cinque! Tante le vittorie consecutive di Sebastian Vettel in questa stagione, 9 in totale, 35 in carriera per il quasi quattro volte campione del mondo che tra due settimane in India potrebbe festeggiare il titolo aritmeticamente.

E’ stata una gara vibrante quella del Giappone, nonostante l’epilogo sia stato il solito, quasi noioso. Ma per Vettel vincere la corsa di Suzuka non è stato facile (alla faccia di chi dice che Sebastian vince solo quando trova la tavola già apparecchiata), così come per la Red Bull non è stato un gioco da ragazzi fare la doppietta piazzando Mark Webber, partito anche in pole position ad un anno dall’ultima volta, in seconda posizione. Al via, infatti, a scattare meglio di tutti è la Lotus di Grosjean dalla quarta piazzola della griglia, col francese che infila le due lattine e sguscia via alla prima curva, mentre dietro gli si incollano Webber, Vettel (pessima partenza per lui) e Massa, non Hamilton che prova il sorpasso su Vettel ma finisce con la posteriore destra squarciata, è costretto a fare un intero giro per infilarsi nei box e deve poi per forza ritirarsi per aver danneggiato troppo la monoposto. Intanto Alonso, partito ottavo, ha guadagnato appena due posizioni e sembra non aver il ritmo adatto per attaccare il podio, e così sarà per l’intera gara. Là davanti Grosjean fa la voce grossa, ma la Red Bull, non a caso il miglior team del mondo, azzecca in pieno la strategia: anticipa la sosta di Webber e lo rimette in pista davanti al francese, quindi manda al limite le gomme di Vettel che rientra sì al terzo posto, ma con pneumatici nuovi che iniziano a far volare la Red Bull numero 1. Infine richiama Webber per un terzo e necessario pit stop, utile all’australiano per star davanti alla Lotus e al tedesco per agguantare la prima posizione e vincere la gara dopo un sorpasso perfetto su Grosjean e la solita fredda gestione nel finale che lo porta anche a vincere il gran premio del Giappone per la quarta volta. Doppietta per la Red Bull, Vettel è ormai ad un metro dal traguardo del suo quarto titolo consecutivo, in India dovrà guadagnare 10 punti su Alonso, gli basterà vincere e vedere lo spagnolo sul gradino più basso del podio. Già, Alonso. Il pilota della Ferrari arriva quarto a Suzuka, in difficoltà per tutta la gara e con l’unica soddisfazione di essersi liberato della Sauber di uno scatenato Hulkenberg, impresa cercata, in pratica, fin dal gran premio di Corea e riuscita soltanto nelle battute finali della gara giapponese. Troppo poco per il podio, della lotta al mondiale sarebbe assurdo solo parlarne, con un distacco di 45 secondi dalle Red Bull. Ancora peggio Felipe Massa, penalizzato anche da un drive through per aver sforato il limite di velocità all’ingresso della corsia dei box, e giunto decimo proprio sulla linea di arrivo, beffato per pochi centimetri dalla McLaren di Button. Poche briciole anche per Rosberg, ottavo e anch’esso penalizzato da una passeggiata forzata ai box dopo aver rischiato di tamponare Perez che stava entrando a fare il cambio gomme mentre il tedesco ne usciva. Bene Raikkonen, quinto in rimonta, molto bene Gutierrez (Sauber) che col suo settimo posto finale si regala i primi punti della carriera in Formula 1.

Guardare la classifica è pressochè un dettaglio: Vettel con 297 punti (90 in più di un rassegnato Alonso) allenta già il tappo della bottiglia di champagne e prenota il botto per il gran premio indiano del prossimo 27 ottobre, per un record, quello dei sette titoli mondiali del suo idolo Schumacher, che non appare impossibile da raggiungere per l’appena ventiseienne tedesco. Per ora Vettel si “accontenta” di raggiungere Prost a 4, mettere nel mirino Fangio a 5 e puntare le 41 vittorie di Ayrton Senna, distante ora solo sei successi per il tedesco.

Storie di Formula 1, storie di record, un libro che si riaprirà fra 15 giorni in India; ancora due settimane e sarà ancora Formula 1.

di Marco Milan

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles