Nasce “Storie di genere”, diritti e storie di donne e GLBT

Print Friendly, PDF & Email
Read Time1 Minute, 22 Second

di Pierfrancesco Demilito

Da oggi Mediapolitika saluta il Diario da Taranto e apre un nuovo spazio: “Storie di genere”. Una scelta che certamente non ci farà dimenticare la vicenda pugliese e il dramma dei tarantini. Taranto è stato per il nostro giornale un racconto importante, abbiamo cercato di usare forme nuove per mettere al centro dell’attualità le vere sensazioni che i tarantini hanno vissuto durante questo anno di mobilitazione. Mediapolitika non ha scoperto Taranto negli ultimi dodici mesi e non ce ne dimenticheremo da domani.

Diamo, dunque, il benvenuto a un nuovo spazio, “Storie di Genere,” uno spazio in cui racconteremo storie di donne e di diritti della comunità GLBT. Iniziamo il giorno dopo “La marcia della vita” che, con il sindaco della Capitale in testa, ha percorso le vie di Roma per chiedere che venga rivista la legge 194, sfilando in un corteo aperto da dei macabri finti feti inchiodati a delle croci. Iniziamo oggi, 36 anni dopo l’uccisione di Giorgiana Masi. Iniziamo oggi, dopo che ancora di recente altre donne sono state ammazzate brutalmente da uomini che non riuscivano a rassegnarsi all’idea di non poterle più avere per loro. Iniziamo oggi, in un Paese che ancora non riconosce alcun diritto alle coppie di fatto e alle coppie omosessuali. Iniziamo oggi, cercando di aprire una strada nuova. Una strada che non vogliamo percorre da soli ma con i nostri lettori al nostro fianco. “Storie di genere” sarà uno spazio aperto alle vostre proposte, alle vostre storie, ai vostri racconti, alle vostre difficoltà. Nel tentativo di garantire, come facciamo sin dalla nascita del nostro giornale, un’informazione libera e plurale.

0 0
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles