Eurocalcio. Bayern Monaco campione di Germania. Barcellona e Real di manita. In Premier si aspetta il derby di Manchester

Print Friendly, PDF & Email
Read Time3 Minutes, 51 Seconds

di Lorenzo Centioni

Bayern Campione – Il Bayern Monaco a Francoforte sbanca la Commerzbank Arena, battendo l’Eintracht, la compagine bavarese conquista il Meisterschale per la ventitreesima volta, con ben sei giornate d’anticpo. Nel 2013 i bavaresi hanno ottenuto 11 vittorie su 11 partite realizzando 30 gol, l’ultima rete è un gesto tecnico prodigioso del giocatore simbolo di questo Bayern, ovvero Bastian Schweinsteiger. Il centrocampista classe 84′ , ha uno spunto da grande attaccante, realizza un favoloso gol di tacco raccogliendo l’assist del capitano Philipp Lahm . Al termine del match i giocatori portano in trionfo Jupp Heynckes che al termine della stagione lascerà il testimone a Josep Guardiola. Ma la stagione non è ancora terminata, ed il Bayern non sembra ancora soddisfatto, infatti mercoledì i neo campioni di Germania affronteranno a Torino la Juventus per continuare il sogno Champions League. Il Borussia vince per 4 a 2 contro l’FC Augsburg, segna ancora il bomber polacco Lewandowski, che come al solito risolve tutto con il piattone e vola a 21 reti stagionali, primo nella classifica marcatori. Lo Schalke 04 vince 2 a 0 in trasferta con il Werder Brema e approfitta del pareggio casalingo del Leverkusen, che impatta con il Wolfsburg. Diego su punizione dipinge una bella parabola al settantesimo, Kjær  l’ex difensore di Roma e Palermo corregge la traiettoria di testa e pareggia.

In Spagna le prime della classe ne fanno 5; il Barcellona rifila la manita al Maiorca, ed il Real risponde a tono con la doppietta di Özil e le reti di Cristiano Ronaldo, Kakà su calcio di rigore ed Higuaín. Al Camp Nou lo spettacolo va in scena anche senza il suo re, Lionel Messi, infortunatosi nel match di Champions contro il PSG. Nonostante il turnover in vista del ritorno contro i parigini, i catalani mostrano comunque un calcio stratosferico; tripletta di Cesc Fabregas e doppietta di Sanchez. Il Deportivo con la vittoria al Riazor contro il Real Saragozza, lascia l’ultima posizione della classifica, lasciandosi alle spalle Maiorca e Celta Vigo che perde in casa contro il Rayo Vallecano per 2 a 0. Altisonante la vittoria del Betis Siviglia, che rifila cinque reti al Granada. L’Atletico Madrid, che ha a lungo sognato di arrivare sopra i cugini del Real, sta piano piano perdendo scia dagli eterni rivali. in trasferta contro il Getafe gli uomini di Simeone non sono andati oltre lo 0 a 0, ora Mourinho è lontano 3 punti. Vittoria importante per il Valencia nel posticipo, 2 a 1 ai danni del Valladolid che porta Soldado & co a 2 punti dal quarto posto della Real Sociedad, vittorioso 4-2 contro il Malaga. 

In Inghilterra come in Italia si attende lunedì sera. Il Monday Night della Premier regala la sfida per eccellenza, ovvero il derby di Manchester. Dietro alle super corazzate, si aassiste ad una baruffa per il terzo posto; Il Chelsea agguanta i cugini del Tottenham a quota 58 punti, e lo fa grazie alla vittoria a Stamford Bridge contro un Sunderland veramente demoralizzato, reduce da una striscia negativa interminabile (starà ora al nuovo manager Paolo Di Canio risollevare le sorti dei gatti neri). La partita di cartello questo fine settimana è andata in scena al White Hart Lane, il Tottenham affronta l’Everton sesto in classifica ed in ottima forma. La partita è tirata e gli spurs riacciuffano il risultato sullo scadere grazie all’eroe dell’Europa League, Sigurdsson che sfrutta l’azione offensiva di Adebayor; ottima la prestazione dell’attaccante del Togo autore della prima rete. Gli ospiti mostrano un gran gioco e soprattutto mettono in mostra un grande talento, quello di Kevin Mirallas, l’attaccante belga si esibisce in una serpentina, unbriaca i difensori avversari e tira una rasoiata di destro che si insacca alla spalle di Lloris. Questo giocatore, classe 87′, mostra esplosività e tecnica e ricorda un grande attaccante che non a caso militava nell’Everton, ovvero la squadra che lanciò Wayne Rooney. Vincono i Gunners in trasferta, l’Arsenal rimane cos’ agganciato al treno che porta in Europa. I londinesi hanno giocato un match esemplare dal punto di vista offensivo mettendo in difficoltà il West Bromwich Albion, con il possesso palla e una fitta rete di passaggi; Gervinho e Cazorla tra i migliori in campo alle spalle di Tomáš Rosický, il talentuoso centrocampista ceco è autore di una doppietta. La prima rete è una sintesi di tempismo e tecnica, riesce a girare di testa l’assist di Gervinho. Nell’occasione del secondo gol, mostra potenza e rapacità sfrutta la respinta del portiere e con un destro secco fa 2 a 0. Il rovescio della medaglia per l’Arsenal è la difesa. Troppe le disattenzioni della retroguardia che concede un rigore al West Bromwich Albion, realizzato da Morrison; nei minuti finali i padroni di casa ci provano in tutti i modi ma i gunners la spuntano e sbancano il The Hawthorns.

Vedi classifica

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles