Serie B. Cade il Sassuolo, bene Verona e Livorno. Ardemagni guida la classifica cannonieri

Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minute, 2 Second

di Marco Milan

La trentacinquesima giornata di serie B fa registrare la caduta della capolista Sassuolo sul campo del Novara, la miglior squadra della cadetteria in questo momento. Una partita bellissima quella del Piola, decisa proprio sul filo di lana da un gol di Farago che ha portato il Novara sul 3-2 facendo impazzire i tifosi piemontesi che ora sognano eccome i playoff. Già, ma ci saranno poi gli spareggi promozione? Ad oggi no, perché seconda e terza in classifica vincono, la quarta pareggia, i punti di distacco sono 10, ossia non sufficienti a garantire la disputa degli spareggi. Andiamo per ordine: il Verona vince un po’ a fatica in casa con la Ternana per 2-1 e conserva la seconda piazza, il Livorno si sbarazza facilmente al Picchi di un Ascoli che ripiomba pesantemente in zona retrocessione, l’Empoli non va oltre lo 0-0 casalingo con il Crotone. In chiave playoff si attende poi il posticipo tra Padova e Varese, ultima chiamata per i biancoscudati, occasione per blindare la quinta posizione per i lombardi che, inoltre, sperano di vincere finalmente uno scontro diretto, se ancora vogliamo definirlo così visto dov’è caduto il Padova nell’ultimo mese e mezzo. In corsa anche il Brescia che batte al Rigamonti in rimonta il Cesena e lo estromette di fatto dalla rincorsa alla promozione. Sciupa una buona opportunità anche la Juve Stabia, in vantaggio a Lanciano e con l’uomo in più, ripresa da un calcio di rigore ad una manciata di minuti dalla fine della partita. La cura Novellino sembra giovare al Modena, vittorioso di misura contro la Pro Vercelli grazie ad una rete di Ardemagni, nuovo capocannoniere solitario della B.

Per quanto riguarda la parte destra della classifica, si risollevano Cittadella e Spezia: i veneti espugnano Vicenza grazie ad una doppietta di Di Nardo, i liguri battono in casa il Grosseto ultimo della classe; entrambe le compagini tornano a respirare seppur siano ancora in piena bagarre salvezza, proprio come Reggina e Bari che si sono affrontate nell’anticipo in terra calabrese con risultato a favore degli amaranto di Pillon, in virtù del gol di Di Michele dopo pochi secondi dal fischio di avvio, e come il già citato Ascoli. Le ultime tre, invece, Vicenza, Pro Vercelli e Grosseto vedono sempre di più affievolirsi le speranze di mantenere la categoria. I toscani in particolare attendono ormai solamente la conferma aritmetica di una retrocessione umanamente inevitabile.

Vedi classifica

0 0
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles