Scuola e ambiente: il WWF presenta le Lavagne Interattive Multimediali

 di Francesco Varasano

Alla Fiera di Genova, presso il Salone italiano dell’educazione ABCD, dal 16 al 18 novembre il WWF Italia, in collaborazione con T.T. Tecnosistemi e Promethean, ha presentato le Lavagne Interattive Multimediali (LIM) per le scuole.

La Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) ha in comune con le lavagne classiche solo le dimensioni: è collegata ad un personal computer e grazie a dei pennarelli virtuali o al touch screen può essere utilizzata per il tradizionale uso didattico. Grazie ai suoi software integrati la lavagna permette  a docenti e studenti di disporre di internet ed altri strumenti tecnologici per lezioni sempre più coinvolgenti e ricche di contenuti.

Con questo nuovo strumento didattico il WWF vuole portare nelle scuole il proprio patrimonio di laboratori e progetti realizzati a livello nazionale e locale. Conoscere le piante, gli animali che fanno parte del nostro patrimonio faunistico, scoprire come misurare l’altezza di un albero, come produrre un formaggio “a chilometri zero”, leggere le tracce degli animali, distinguere un bosco alpino da uno mediterraneo sarà molto più facile e divertente grazie alle LIM.

Alimentazione sostenibile e foreste sono i due temi su cui si concentra l’impegno dell’Associazione per il 2011-12 : temi che sono anche protagonisti dei programmi didattici,rivolti alle scuole, Panda Club e Panda Explorer. Finora sono state distribuite nelle scuole italiane circa 34.000 Lavagne Interattive Multimediali, di cui 8.000 contengono i programmi WWF.

Abbiamo intervistato Maria Antonietta Quadrelli, responsabile educazione di WWF Italia, per capire come è nata questa iniziativa.

Come è nata questa iniziativa?
L’iniziativa è nata da un contatto tra un referente di Tecnosistemi e l’ufficio educazione del WWF, in particolare la responsabile. Tecnosistemi, che è uno dei maggiori distributori di LIM in Italia, era interessata a inserire contenuti qualificati nei software in dotazione delle loro lavagne. Il WWF, che da 30 anni fornisce le scuole di kit didattici cartacei, negli ultimi anni ha iniziato un percorso di “dematerializzazione” dei propri materiali aumentandone per contro, grazie alle nuove tecnologie, il livello di interattività e multimedialità. Negli ultimi tempi numerose case editrici ci avevano contattato per produrre lezioni di educazione per l’ambiente e per lo sviluppo sostenibile per LIM da proporre alle scuole in libreria.

Quali obiettivi si pone?
La possibilità di un accordo con i distributori di LIM ci è sembrata la scelta migliore volendo disseminare le nostre proposte, attività e schede in modo gratuito e capillare arrivando a grandi numeri di insegnanti. L’educazione per l’ambiente e per lo sviluppo sostenibile, la cittadinanza attiva – essendo materie complesse e trasversale – ben si coniugano a questi supporti.

Quali riscontri avete ottenuto fino ad ora da insegnati e alunni?
Grande interesse, riscontri di gradimento da parte dei docenti. Le lezioni vengono viste e scaricate dal sito di Promethean da molti docenti. Non abbiamo invece al momento riscontri dagli alunni se non quelli di bambini coinvolti nelle fasi-test del progetto, che gradivano i giochi ma anche i filmati. Ci riserviamo però una valutazione più avanti nel tempo.

Pensate di riproporre anche nei prossimi anni quest’iniziativa?
Il WWF sta già arricchendo i contenuti da inserire nelle LIM per quest’anno scolastico con l’idea di riversare su questo media buona parte del know how elaborato per le scuole nei prossimi. Attenzione però: pur essendo questi mezzi più coinvolgenti di altri non sostituiscono l’esperienza diretta sul campo, che consente un rapporto di continuo dialogo e confronto fra natura e ragazzi.

Alcune riflessioni sulla tre giorni di Genova…
A Genova il WWF ha organizzato un punto informativo presso lo stand di Promethean (la ditta costruttrice delle LIM) e sei workshop, mostrando agli insegnanti come funzionavano le LIM integrate con i modelli didattici.

No Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *