Serie B, 2.a giornata: show delle neopromosse, Cittadella solo al comando

Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minutes, 42 Seconds

La serie B è appena alla seconda giornata, nulla ancora si può dire e nulla ancora è emerso, ma lo sprint delle quattro neopromosse nel secondo turno è elemento da sottolineare perchè rappresenta un evento raro, curioso e anche sintomatico di quanto chi arriva dalla serie C abbia cultura del lavoro ed organizzazione per ben figurare anche nel torneo cadetto.

Il Cittadella, tanto per cominciare, è solo in testa a punteggio pieno ed è la migliore squadra delle prime due giornate, l’unica ad averle vinte entrambe; dopo l’exploit di Bari, infatti, la compagine di Venturato si è ripetuta pure all’esordio casalingo battendo per 2-0 la Ternana. Struttura solida quella dei veneti, così come per il Benevento che in casa del Carpi ha sfiorato il secondo successo di fila uscendo in ogni caso dall’Emilia con un buon pareggio; se i giallorossi di Baroni avessero vinto avrebbero eguagliato il record dell’Acireale 1993-94 che riuscì a vincere le prime due partite in serie B da debuttante assoluta (2-0 a Venezia e 1-0 col Verona). La storia del Pisa, poi, è di quelle leggendarie: i toscani, dopo aver dovuto rinviare la prima partita e con soli cinque allenamenti nelle gambe negli ultimi venti giorni, con la cessione societaria ed il ritorno di Gattuso solamente tre giorni fa, riescono a vincere 1-0 contro il Novara sul campo neutro di Empoli (l’Arena Garibaldi di Pisa sarà pronta già dalla prossima partita) grazie alla rete dell’ex di turno Lisuzzo e conquistano una vittoria insperata, quasi miracolosa, ma c’è addirittura di più: se infatti i pisani dovessero vincere anche il recupero della prima giornata a Terni mercoledì, sarebbero in testa alla classifica a punteggio pieno assieme al Cittadella. E poi c’è la Spal, battuta all’esordio a Benevento e vittoriosa in casa 3-0 contro il Vicenza, un successo che regala il primo successo ai ferraresi in B dopo 23 anni di attesa e inchioda i veneti sul fondo della classifica a zero punti, segno che la squadra di Lerda è in forte ritardo.

Fin qui le super neopromosse, dunque, che per una volta scalzano le grandi dai titoloni dei giornali. Il Verona, ad esempio, a Salerno va in vantaggio con Ganz ma viene riacciuffata dai campani che pareggiano col solito Coda per un 1-1 che sta bene ad entrambe. Va ko invece il Frosinone, battuto 2-0 dal giovane Brescia di Brocchi, e non va meglio all’Avellino che esce sconfitto da Chiavari con lo stesso risultato; si riprende il Bari dopo la batosta della prima giornata: i pugliesi si impongono 1-0 a Perugia col rigore di Maniero al 90′. Per l’ex centravanti del Pescara 2 reti in altrettanti incontri, e pensare che è stato sul mercato per tutta l’estate. Pari fra Trapani e Pro Vercelli, due squadre ancora in rodaggio, così come lo Spezia che non è andato oltre lo 0-0 a Latina consegnando il primo punto stagionale alla squadra di Vivarini. Incompleto anche il secondo turno, orfano della partita Ascoli-Cesena, rinviata per motivi di sicurezza dopo il terremoto che ha colpito la zona dell’ascolano.

Dopo due giornate, al comando della classifica dei marcatori ci sono tre calciatori a quota 2 reti: Caracciolo (Brescia), Litteri (Cittadella) e Maniero (Bari). Ne seguono oltre venti a quota 1, fra cui ne spiccano ben cinque del Verona: Bessa, Ganz, Juanito Gomez, Luppi e Pazzini.

di Marco Milan

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles