Champions League, la Juventus chiamata all’impresa a casa di Pep

Seconda tornata degli ottavi di Champions League, ultime quattro partite e poi il quadro dei quarti sarà completo. Wolfsburg, Real Madrid, Benfica e Paris Saint Germain sono in attesa, spicca il match dell’Allianz Arena tra Bayer Monaco e Juventus.

championsNel match di andata i bianconeri sono usciti alla distanza dopo un primo tempo che li ha visti in non poca difficoltà contro Lewandowski e compagni. I tedeschi si sono portati sul 2 a 0 nei primi sessanta minuti grazie ai gol di Muller e Robben poi Dybala prima e Sturaro poi hanno pareggiato i conti salvando così la qualificazione. Troppo alieni i bavaresi per due terzi di gara, troppo bravi i ragazzi di Allegri alla distanza ad approfittare del calo fisiologico degli avversari.

Il match di mercoledì, però, sarà tutt’altra cosa, primo perché si gioca nella tana della squadra più forte del mondo assieme al Barcellona in questo momento, secondo perché il ritmo asfissiante dei biancorossi unito al calcio totale di Guardiola raggiunge tra le mura amiche il suo massimo livello. I ragazzi di Allegri che continuano a vincere in campionato, sabato Sassuolo battuto per 1 a 0 in casa e primo posto confermato, dovranno giocare una partita accorta e senza disattenzioni cercando di non prendere gol per poi ripartire in contropiede tentando il miracolo calcistico.

Altro match di prestigio quello tra Barcellona e Arsenal, all’andata all’Emirates Stadium i gunners, troppo arrendevoli, hanno lasciato pallino e campo a un avversario forte e letale. Negli ultimi minuti la risolve il solito Leo Messi con una doppietta, un risultato pesante che lascia poche chance ai londinesi che ieri sono stati eliminati anche in FA Cup dal Watford. Al Camp Nou servirà un Arsenal eroico perchè contro questo Barcellona, i blaugrana  stanno dominando anche la Liga con otto punti di vantaggio sulla seconda, è difficile imporre gioco, perfino superare la metà campo.

L’unico ottavo che ancora potrebbe riservare sorprese è quello che vedrà di fronte Atletico Madrid e PSV, al Philips Stadion di Eindhoven un pareggio a reti bianche, un risultato che sta bene soprattutto agli olandesi che proveranno l’impresa a Madrid. La squadra di Simeone, seconda in classifica in campionato a meno otto da Messi e compagni, ha tutte le possibilità per superare il turno perchè favorita ma dovrà fare attenzione al gioco spregiudicato  e senza tatticismi dei biancorossi che fanno degli schemi offensivi la loro arma migliore. Ultimo match quello tra Manchester City e Dinamo Kiev, all’Olimpiyskiy di Kiev non c’è partita, la sblocca subito Sergio Aguero, poi Silva raddoppia a fine primo tempo, la riapre Bayalskiy al 60 esimo poi Toure allo scadere fissa il risultato sul 3 a 1. I citizens, attualmente quarti in Premier, hanno più di un piede ai quarti di finale. Troppo poca cosa gli ucraini, inferiori su tutta la linea rispetto a una squadra costruita per primeggiare in Premier e fare la voce grossa in Champions League. Un qualificazione, quindi, che non sembra in bilico, con tutta probabilità il match meno interessante di quest’ultima tornata di ottavi di di finale.

di Claudio Serratore   

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *