Tennis, Coppa Davis: l’Italia abbatte la Svizzera e vola ai quarti

Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minutes, 41 Seconds

Comincia bene l’avventura azzurra in Coppa Davis, con la Svizzera orfana dei suoi fenomeni l’Italia (senza Fognini) ha passato il turno conquistandosi i quarti di finale.

LorenziA leggere il punteggio non si avrebbe la stessa sensazione, ma la due giorni azzurra di Coppa Davis è stata una grande fatica nella prima giornata e una passeggiata di salute nel corso della seconda. La Nazionale italiana ha infatti battuto cinque a zero la Svizzera, orfana dei suoi migliori giocatori, e ha conquistato l’accesso ai quarti di finale del World Group 2016. Grande sofferenza durante la prima giornata per i due protagonisti del nostro paese: Lorenzi e Seppi hanno vinto i rispettivi match rimanendo in campo complessivamente per 7 ore e 42 minuti. La grande impresa è stata quella di Paolo Lorenzi, vittorioso su Marco Chiudinelli in 5 set (7-6 6-3 4-6 5-7 7-5) in un’altalena di emozioni che hanno portato il pubblico di Pesaro a soffrire, esaltarsi e rumoreggiare al ritmo dei colpi del tennista romano. Da cuori forti per esempio il tiebreak che ha regalato all’italiano il primo set, i 14 punti necessari per aggiudicarsi la prima frazione rappresentano un record per il gruppo mondiale di Coppa Davis. Emozioni e pathos anche nel corso dell’ultimo set, quando Lorenzi è stato prima costretto a chiedere un medical time out, poi ad annullare tre match point all’avversario, prima di chiudere la gara in suo favore.

Leggermente più semplice invece la sfida di Andreas Seppi. Sono bastati 4 set all’altoatesino per liberarsi di Henri Laaksonen e portare l’Italia sul punteggio di 2 a 0, per la gioia dell’Adriatic Arena gremita da cinquemila tifosi. Il momento di maggiore difficoltà per Seppi è arrivato durante il terzo parziale, un set in cui l’azzurro è stato costretto a fronteggiare un vistoso calo del suo servizio e ha dovuto rincorrere il rivale fin dall’inizio. Seppi è però stato bravo a liberarsi delle difficoltà fisiche e mentali accusate nel corso del terzo set, è riuscito nuovamente ad imporre il suo gioco nella partita successiva e ha portato meritatamente a casa l’incontro.

Decisamente più semplice la giornata di sabato, quella dedicata al match di doppio. Protagonista ancora una volta Andreas Seppi, che è riuscito a dominare la gara grazie all’ottima collaborazione con Simone Bolelli. Una gara mai in discussione che si è chiusa in 1 ora e 45 minuti di gioco con il punteggio di 6-3 6-1 6-3. Troppo forti gli azzurri, freschi vincitori del torneo di Dubai, troppo inesperti i tennisti elvetici, che non sono mai riusciti ad entrare in partita e neppure ad impensierire gli spettatori dell’Adriatic Arena di Pesaro. A chiudere la tre giorni di Davis ci hanno pensato poi Marco Cecchinato, al suo debutto in Davis, e ancora Paolo Lorenzi. I due incontri conclusivi, inutili ai fini del punteggio e giocati al meglio dei 3 set, hanno visto Cecchinato imporsi su Adrien Bossel con il punteggio 6.3 7-5, mentre Paolino ha vinto 6-3 6-2 contro Antoine Bellier.

Adesso la testa va direttamente alla prossima sfida, un match in cui l’Italia se la vedrà con la temibile Nazionale argentina. La buona notizia è che i tennisti azzurri potranno contare ancora una volta sulla spinta dei tifosi di casa, visto che anche in quell’occasione Pesaro farà da cornice alla sfida, mettendo a disposizione un campo che, per il momento, ha portato loro grande fortuna.

(di Giovanni Fabbri)

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles