Tennis, US Open. Finale da sogno per la Pennetta che batte la Vinci e lascia il tennis

Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minutes, 28 Seconds

487907792-003-kMl-U130102982177VzE-620x349@Gazzetta-Web_articoloPer Flavia Pennetta un finale da sogno, degno delle migliori pellicole americane. New York non è poi così vicino a Hollywood, ma l’aria delle grandi star del cinema si respira su tutto il suolo statunitense e la tennista brindisina ha vissuto una giornata da protagonista assoluta del tennis mondiale. Ha riempito di adrenalina i cuori di tutti i suoi tifosi come Tom Cruise in Mission Impossible per poi commuoverli con un finale in pieno stile Notting Hill.

Opportuno dunque cominciare dalla fine, quando, di fronte ai 23 mila spettatori dell’Arthur Ashe Stadium e a diversi milioni telespettatori, Flavia Pennetta ha alzato il trofeo degli US Open, preso il microfono in mano e ringraziato tutti i suoi sostenitori per averla aiutata a raggiungere un momento tanto emozionante. Fin qui tutto secondo copione e la cerimonia di premiazione stava volgendo al termine senza particolari sorprese, poi il colpo di scena. “Devo solo dire un’ultima cosa”, con questa premessa Flavia ha ripreso la parola e ha continuato: “Questa è stata l’ultima grande emozione della mia carriera, ho deciso di lasciare il tennis. Questo sport mi ha dato tantissimo ma non riesco più ad affrontare le competizioni con la tessa voglia e determinazione di un tempo, quindi è giusto lasciare”. Dopo qualche minuto l’azzurra ha chiarito che finirà la stagione, ma che sicuramente nel 2016 non sarà più una tennista professionista.

Sicuramente il modo migliore per chiudere una carriera straordinaria, perché tutti i grandi campioni sognano di lasciare lo sport nel momento di massimo splendore, per essere ricordati come vincenti, quasi divini. Ma poi quasi nessuno ci riesce, perché è proprio in quei momenti che ci si sente immortali, invincibili e si pensa di poter continuare a trionfare in eterno. Invece a quanto pare la Pennetta lo farà, lascerà la racchetta dopo il successo più prestigioso della sua vita tennistica. Ieri è diventata la seconda italiana a trionfare in uno Slam entrando nella storia di uno dei tornei più prestigiosi al mondo.

Una storia che ha scritto insieme ad un’altra strordinaria azzurra. Roberta Vinci ha vinto il suo US Open eliminando in semifinale Serena Williams, la più grande giocatrice di sempre lanciata verso la conquista del Grand Slam che manca ormai da 27 anni. Troppa fatica fisica e mentale dunque per Roberta, che non è riuscita a recuperare tutte le energie per il match contro Flavia, disputato a sole 24 ore di distanza dalla grande impresa contro la Williams. Eppure la finale è stata equilibratissima per tutto il corso del primo set, quando la Pennetta è riuscita ad avere la meglio sulla sua grande amica solo al termine di un tiebreak giocato meglio. Nella seconda frazione invece non c’è stata partita, Flavia ha subito preso un buon margine di vantaggio per chiudere la gara con un 7-6 6-2. Giornata indimenticabile per il tennis italiano per la prima finale tutta azzurra di un grande torneo, uno spettacolo applaudito continuamente dal pubblico americano, rapito dalla classe e dalla simpatia di Flavia e Roberta, registe e attrici protagoniste di un bellissimo film.

Giovanni Fabbri

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles