Calciomercato. Il Pagellone di Mediapolitika Sport

calciomercatoCala il sipario anche sul calcio mercato estivo del 2015. Movimenti fino all’ultima giornata di mercato, con un campionato già iniziato e che nei primi due turni ha già provato a scrivere delle sentenza che quindi hanno portato ad utilizzare a pieno anche gli ultimi minuti di questa sessione. Diamo i voti alle 20 squadre di Serie A:

Atalanta

Oggettivamente non un grande mercato per i bergamaschi, è stato blindato il giocatore simbolo, German Denis, nonostante le molte richieste, ma sono partiti talenti italiani che potrebbero imporsi negli anni, come Zappacosta e più probabilmente Baselli che ha già iniziato alla grandissima la stagione con due goal in due partite. Al loro posto Paletta che deve rilanciarsi ed il giovane De Roon.

Soldi spesi: 12,2 milioni
Soldi guadagnati: 17 milioni
Bilancio: + 4,8 milioni
Miglior acquisto: Gabriel Paletta
Voto al Mercato: 5

Bologna

I felsinei hanno fatto un gran mercato, il percorso verso la salvezza è sicuramente in salita, le due sconfitte in due partite confermano ciò. Ma la vecchia volpe Corvino ha dotato Delio Rossi di tanti giocatori di livello, come Destro, Giaccherini, Rizzo, Taider, Rossettini, Brighi, Brienza, Mirante, Mbaye, Donash e Crisetig. La palla ora passa all’allenatore ex Lazio che dovrà coinvolgere nel sistema di gioco tutti questi giocatori.

Soldi spesi: 24,4 milioni
Soldi guadagnati: 0,8 milioni
Bilancio: – 23,6 milioni
Miglior acquisto: Mattia Destro
Voto al mercato: 7

Carpi

Anche il Carpi ha cambiato tanto, forse troppo, infatti sono cambiati 11 titolari su 11. Castori ha ottenuto Lazzari, Martinho, Benussi, Spolli, Brkic, Iniguez, Matos, Wallace, Marrone e Gabriel Silva. Inoltre nell’ultima giornata di calcio mercato gli emiliani hanno comprato anche Zaccardo, Cofie e Borriello, centravanti ricercato dai biancorossi durante tutta l’estate. Nonostante tutti questi acquisti però, il Carpi non sembra attrezzato per la massima serie italiana.

Soldi spesi: 0 milioni
Soldi guadagnati: 0 milioni
Bilancio: 0 milioni
Miglior acquisto: Zeljko Brkic
Voto al mercato: 6,5

Chievo Verona

I clivensi sono primi in classifica, ovviamente la banda di Maran però punta alla salvezza ed iniziare con sei punti in due partite è sicuramente un risultato eccezionale per il Chievo. Con questi presupposti però il mercato è stato essenziale anche nelle ultime giornate dove il Chievo non ha chiuso operazioni importanti. Nei mesi precedenti però la seconda faccia di Verona era riuscita soprattutto grazie al mercato degli svincolati a rinforzarsi con Pepe, Gobbi, Castro e Cacciatore. In uscita il Chievo ha perso i numerosi prestiti dell’Inter: Bardi, Schelotto, Botta e Biraghi.

Soldi spesi: 5,3 milioni
Soldi guadagnati: 4,1 milioni
Bilancio: + 1,2 milioni
Miglior acquisto: Massimo Gobbi
Voto al mercato: 6

Empoli

L’Empoli si è mosso poco in entrata e molto in uscita. Sarri da Napoli ha saccheggiato la sua ex squadra, privandola di pezzi pregiati come Valdifiori e Hysaj ed altri giocatori fondamentali della scorsa stagione hanno terminato il loro periodo in prestito: Sepe, Verdi, Rugani e Vecino. Ed i nuovi arrivati, Skorupski, Paredes, Camporese, Bittante, Livaja e Costa ad oggi non danno le certezze di chi li ha preceduti. Anche il cambio in panchina per ora fa registrare un saldo negativo, Giampaolo viene da una serie consecutiva di esoneri e la sua squadra ha già perso le prime due partite di campionato.

Soldi spesi: 5,6 milioni
Soldi guadagnati: 10,5 milioni
Bilancio: + 4,9 milioni
Miglior acquisto: Marko Livaja
Voto al mercato: 4

Fiorentina

Paulo Sousa- Fiorentina
Paulo Sousa- Fiorentina

La Fiorentina in questa sessione di mercato ha decisamente pensato a far quadrare i conti, sono usciti ingaggi pesanti come quelli di Mario Gomez, Aquilani, Pizzarro, El Hamdoui, Lazzari e Vargas perché non sono stati rinnovati i loro contratti. I viola hanno visto anche partire, seppur controvoglia, Neto e Joaquin, il primo perché non ha rinnovato preferendo accasarsi alla Juventus, il secondo dopo un braccio di ferro lunga tutta l’estate, in cui lo spagnolo ha fatto di tutto per tornare a Siviglia sponda Betis. Questa sessione di mercato prima dell’ammutinamento dell’ala iberica era comunque stata tesa, perché anche il giocatore su cui Pradé e Paulo Sousa volevano costruire la nuova Fiorentina, Salah da Giugno ha fatto di tutto, riuscendoci per non tornare in riva all’Arno. Un quadro che ha denotato la debolezza odierna della società Fiorentina, poco brillante anche nell’affrontare le incertezze di Milinkovic-Savic, arrivato fino in sede, ma che poi non ha firmato il contratto per diventare un giocatore della Fiorentina. In entrata sono arrivati Mario Suarez, come contropartita nella cessione di Savic, Kalinic, il terzino tutto da scoprire Gilverto, Astori, Roncaglia, Verdù e proprio all’ultima giornata Pradè ha avuto un colpo di coda acquistando Blaszczykowski, i conti ora saranno apposto, ma la coperta con tre competizioni da disputare sembra comunque corta.

Soldi spesi: 28,5 milioni
Soldi guadagnati: 29,3 milioni
Bilancio: + 0,7 milioni
Miglior acquisto: Jakub Blaszczykowski
Voto al mercato: 6

Frosinone

Mercato a costo 0 per il Frosinone, che ha fatto di necessità virtù completando la rosa con una serie di prestiti. Un mix tra giocatori di esperienza della Serie A: Diakite, Rosi. E giovani di prospettiva: Verde, Longo, Leali, Chibsah. La sfida sarà ardua per Stellone, mantenere in massima serie la terza squadra nella storia della regione Lazio ad aver calcato questi palcoscenici è davvero difficile.

Soldi spesi: 0 milioni
Soldi guadagnati: 0 milioni
Bilancio: + 0 milioni
Miglior acquisto: Daniele Verde
Voto al mercato: 5

Genoa

Problemi anche per la squadra di Gasperini, che in tanti alla prima giornata di campionato hanno accostato al Parma. Infatti i liguri come gli emiliani lo scorso anno, non hanno ottenuto la licenza UEFA che gli avrebbe permesso di disputare i preliminari di Europa League. Il campanello d’allarme l’aveva suonato proprio l’allenatore che per la prima di campionato a Palermo aveva fatto notare come avesse a disposizione solo 12 giocatori, più i primavera per la trasferta, poi persa. Proprio ieri però i rossoblu hanno comprato Dzemaili, un ritorno per lo svizzero in Italia che va ad aggiungersi ai nuovi Pandev, Gakpe, Cissoko, Ansaldi e Capel. Troppi però i giocatori chiave della scorsa stagione ceduti: Bertolacci, Kucka e Falqué tutti titolari sulla carta non adeguatamente sostituiti.

Soldi spesi: 5,8 milioni
Soldi guadagnati: 22,8 milioni
Bilancio: + 17 milioni
Miglior acquisto: Goran Pandev
Voto al mercato: 5

Hellas Verona

Ha cambiato poco l’Hellas, è uscito un attaccante di esperienza come Saviola ed al suo posto è entrato Giampolo Pazzini, anche lui dovrà mettere al servizio di Mandorlini soprattutto la sua esperienza, il Pazzo ritroverà come compagno d’attacco Luca Toni con cui duettava ai tempi della Fiorentina, il problema però è che l’attaccante toscano dai tempi di Firenze è diventato più centravanti e meno attaccante di movimento ed il rischio è che i due più che giocare insieme verranno alternati. In difesa Marques è stato sostituito da Souprayen, terzino rivelazione della prima giornata di campionato contro la Roma. Tornano all’Arena anche Albertazzi e Romulo, ciliegina sulla torta del mercato i giovani Viviani e Helander (campione under 21 con la Svezia). In uscita da sottolineare invece la partenza verso Genova sponda Samp di Chrisodolopoulos.

Soldi spesi: 6,3 milioni
Soldi guadagnati: 0,8 milioni
Bilancio: – 5,5 milioni
Miglior acquisto: Giampaolo Pazzini
Voto al mercato: 6,5

joveticInter

La vera regina del calcio mercato, Mancini da quando è tornato a Milano ha costruito grazie agli ingenti investimenti di Thoir una squadra che è un peccato non poter vedere sui palcoscenici europei. I nero azzurri trascinati dal nuovo numero 10 Jovetic hanno già ottenuto 6 punti in due partite. Oltre al montenegrino approdano ad Appiano Gentile anche Kondogbia, Perisic, Murillo, Felipe Melo, Miranda, Montoya, Ljacic e Telles. L’Inter non ha solo acquistato, ma pur cedendo ottimi giocatori ha ottenuto da loro il massimo possibile in termini economici: 35 milioni per Kovacic, 17 per Shaqiri, 11 per Hernanes e 10,5 per Alvarez, più altri movimenti di giocatori meno illustri. Grazie alla lungimiranza della dirigenza interista, nonostante i tanti acquisti di livelli il saldo tra speso e guadagnato è comunque in attivo.

Soldi spesi: 86,7 milioni
Soldi guadagnati: 90,4 milioni
Bilancio: + 3,7 milioni
Miglior acquisto: Stevan Jovetic
Voto al mercato: 9

di Francesco De Felice

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *