Papa Francesco benedice la famiglia arcobaleno di Francesca Pardi

Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minute, 30 Second

bergoglioA giugno ha fatto molto discutere la decisione di Luigi Brugnaro, sindaco di Venezia: tutti i libri che palavano di famiglie non tradizionali, bullismo e adozione sono stati rimossi dalle biblioteche scolastiche delle scuole elementari e delle scuole dell’infanzia. Contro il provvedimento si sono scagliati intellettuali e non, importanti personaggi del mondo dello spettacolo e della musica, come per esempio Elton John, ma senza successo. I 78 titoli messi all’indice erano stati comprati e distribuiti dalla precedente giunta, dopo un corso di formazione dedicato agli insegnanti. Tra questi libri, c’erano ance i libri di Francesca Pardi, che con la compagna ha creato la casa editrice Lo Stampatello, per favorire la sensibilizzazione dei bambini ai nuovi tipi di famiglia che si affiancano a quella tradizionale.

La scrittrice ed editrice aveva mandato copie dei libri pubblicati a Papa Francesco, in occasione del Family Day, non aspettandosi alcuna risposta. È rimasta molto stupita quando ha ricevuto una lettera entusiasta scritta da monsignor Peter Brian Wells della Segreteria di Stato Vaticana, in vece del pontefice.  Nella lettera il pontefice si complimenta con la Pardi e sua moglie per il lavoro svolto nei confronti delle nuove generazioni, per spargere valori umani e cristiani genuini. La lettera si concludeva con una benedizione per la famiglia, composta dalla coppia e dai loro quattro figli.

Questa nuovo segno dell’apertura della Santa Sede nei confronti delle famiglie non tradizionali, potrebbe rappresentare una svolta importante nei rapporti con la comunità LGBQT, e, magari in futuro, rappresentare un supporto nella loro lotta continua per avere gli stessi diritti delle famiglie e della coppie etero. La Pardi, raggiunta telefonicamente dall’Huffington Post, ha dichiarato: “”Il Papa apre un dialogo su un tema nel quale ci sono idee discordanti ma lo fa con un tono rispettoso, lontano dalle mistificazioni e dalle aggressioni degli estremisti come Mario Adinolfi”.

In Italia, i più gradi avversatori della famiglia non tradizionale sono i gruppi di fondamentalismo cattolico, che spesso si sono serviti di mistificazione e toni diffamatori per descrivere le iniziative degli attivisti. Punto fondamentale delle loro idee è la fantomatica teoria del gender: secondo i circoli legati a Mario Adinolfi, i libri per l’infanzia che trattano di queste tematiche, parlano ai bambini di temi non appropriati, iniziandoli a una sessualità precoce e non tradizionale.

Eppure nulla di tutto questo è in nessuno dei libri del catalogo de Lo Stampatello e nei libri ritirati dal sindaco di Venezia: si parla di famiglia, non solo delle famiglie queer, ma anche di adozione, di famiglie separate dal divorzio. Temi in cui la sessualità non è minimamente menzionata, ma che vogliono dare alle nuove generazioni gli strumenti per capire un panorama sociale e affettivo che si evolve e che, di fatto, esiste.

Al momento non ci sono stati commenti da parte delle principali figure che avversano questo nuovo corso e questa nuova apertura, ma ciò che è veramente importante è il riconoscimento, il primo nella storia, di una famiglia arcobaleno da parte dei vertici della Chiesa Cattolica.

0 0
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

One thought on “Papa Francesco benedice la famiglia arcobaleno di Francesca Pardi

  1. Mi sembra che lei abbia interpretato con molta leggerezza l’intera vicenda e che il mondo gay non meriti di essere fuorviato in questo modo. Secondo lei «ciò che è veramente importante è il riconoscimento, il primo nella storia, di una famiglia arcobaleno da parte dei vertici della Chiesa Cattolica.» Ma non stiamo parlando del Papa, il “vertice vertice” della Chiesa cattolica? E cosa si debbono aspettare i gay da un Bergoglio che nel non lontano 2010, parlando del matrimonio omosessuale, scriveva “papale papale” (mai più giusto di così!):

    «Cerchiamo di non essere ingenui: non è solo una lotta politica, è una pretesa di distruggere il piano di Dio. Non è solo un disegno di legge (questo è solo lo strumento), ma una mossa del padre della menzogna che cerca di confondere e ingannare i figli di Dio.»

    Quindi, secondo lei, dopo solo cinque anni e per aver respirato l’aria libertaria che soffia dalle nostre parti, si sarebbe totalmente ravveduto… Non credo proprio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles