Giornata mondiale del sostegno a distanza: i bambini sono il futuro

Print Friendly, PDF & Email
Read Time1 Minute, 33 Second

distanza1Non solo perché “il senso morale di una società si misura su ciò che fa per i suoi bambini”. Come sosteneva Dietrich Bonhoeffer. Ma perché “i desideri dei bambini danno ordini al futuro”. Proprio come scrive Erri De Luca. E, poi, soprattutto, perché, come sosteneva Arthur Schopenhauer: “i bambini possono sembrare talvolta delinquenti innocenti che sono stati condannati non alla morte, ma alla vita. Senza tuttavia aver ancora appreso il contenuto del loro verdetto”. Ecco perché il 24 maggio. Ecco perché la Giornata mondiale del sostegno a distanza.

Un bambino, al centro, abbraccia i genitori. Ed è ricambiato. Cosa c’è di più naturale? Ma non per tutti è così. Gli eventi e i numeri raccontano di un’infanzia svantaggiata nel mondo che fa piangere il cuore. E, contemporaneamente, levare un grido: che colpe hanno loro? Bambini soli e senza istruzione. Bambini affamati e denutriti. Bambini che muoiono di dissenteria. Bambini che crescono, per strada, come teppistelli.

Una giornata dedicata a loro. Per consolidare e incrementare l’attuale impegno verso l’infanzia. E verso la costruzione della famiglia umana. Senza limiti di cultura, lingua, razza o religione. Per diffondere lo spirito e le finalità della solidarietà. Visibile, concreta e partecipata. Non utopica. Stand, laboratori, mercatini ed eventi. Nelle piazze italiane e nel mondo. Si sono moltiplicate le iniziative. La vera chiave di volta, sembra evidente, ma, in tempi come questi, non poi così scontata: la prospettiva di condivisione mondiale.

Il 24 maggio, quindi, è stata un’occasione. Per dimostrare la necessità profonda della reciprocità, quella solidale, che scorge nei bambini il nostro unico futuro. E che avverte nella voglia di essere famiglia, mondiale, insieme, la sola via. E, contemporaneamente, ha un solo desiderio. Quello di intravedere un sorriso sulle labbra dei più piccoli e bisognosi. Perché questo è un regalo. Il più grande in assoluto.

(di Eloisa De Felice)

0 0
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles