Serie B, 22.ma giornata: Carpi ko col Livorno, perde anche il Frosinone, stasera c’è il Bologna

Serie B
Serie B

La serie B riparte dopo la sosta natalizia e riparte col botto: il Carpi capolista, infatti, dopo 8 giornate di imbattibilità inciampa in casa contro il nuovo Livorno di Gelain perdendo per 2-1 ma mantenendo 9 punti di vantaggio sul secondo posto in attesa che stasera il Bologna provi ad accorciare le distanze battendo il Perugia nel posticipo.

Colpaccio del Livorno a Carpi, dunque, ed è un successo meritato per i toscani, apparsi più ordinati ed aggressivi di un Carpi che, al contrario, per la prima volta in stagione è sembrato adagiarsi sugli allori e su una classifica che resta comunque tranquillizzante coi 9 punti sul secondo posto occupato ora dallo stesso Livorno, dal Frosinone (uscito con le ossa rotte dalla trasferta di Brescia, battuto da una squadra in crisi societaria ma con un grande carattere), dallo Spezia (bloccato sull’1-1 casalingo dal coriaceo Varese) e dal Bolgona che però, come detto, ha una partita in meno. Impresa spettacolare è anche quella del Lanciano che travolge il Catania con un 3-0 che poteva essere pure più largo se gli attaccanti abruzzesi non avessero fallito ripetute occasioni da rete; per il Catania del nuovo tecnico Marcolin, viceversa, è notte fonda, una squadra depressa, timida e pasticciona, penultima in classifica e sempre più in crisi. Sciupa come al solito un’ottima opportunità per agganciare il secondo posto l’Avellino che a Vercelli va avanti, sfiora il raddoppio e nel finale si fa acciuffare dalla Pro Vercelli che porta a casa un buon punto, utile a rimanere un po’ oltre la metà della classifica, superata però dal brillante Pescara, vittorioso 4-2 a Trapani nonostante la pesante cessione di Riccardo Maniero (uno dei capocannonieri del campionato), volato a Catania; per i trapanesi è la prima battuta d’arresto casalinga della stagione. Modena, Ternana e Vicenza restano a metà classifica: gli emiliani si fanno rimontare a Cittadella dopo il vantaggio di Schiavone, gli umbri piegano al Liberati il Crotone grazie ad una doppietta di Bojinov, i veneti escono indenni da Latina nella gara fra i due peggiori attacchi del campionato che non poteva che terminare 0-0; i laziali restano penultimi assieme a Crotone e Catania, davanti al Cittadella ultimo, e per il neotecnico Mark Iuliano arriva il primo punto all’esordio in panchina. Lo 0-0 tra Bari ed Entella, infine, lascia entrambe le compagini sopra la zona playout, ma soprattutto per i pugliesi, è una classifica amara e deludente.

La classifica dei marcatori è sempre comandata da tre uomini a 12 reti: Granoche (Modena), Maniero (Pescara ma ora al Catania) e Castaldo (Avellino). Calaiò (Catania), Marchi (Pro Vercelli) e Mbakogu (Carpi) inseguono a quota 11.

(di Marco Milan)

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *