Eurocalcio. Il Psg stecca la prima, rivincita Guardiola che vince la prima con il suo Bayern

Ricominciano i campionato europei, se per l’Italia c’è da aspettare il 25 agosto in Germania e in Francia si sono aperti i battenti. Mentre in Inghilterra si è assegnato il primo titolo.

Via alla Bundeslinga numero 51, i campioni in carica del Bayern Monaco ospitano il Borussia Monchengladbach, Pep Guardiola ha già compiuto un passo falso lasciando la super coppa di Germania al Borussia Dortmund, ma ora si inizia a fare sul serio ed il tecnico spagnolo ha tutte le carte in regola, per soddisfare le aspettative di tifosi e dirigenza. Il benvenuto al nuovo tecnico non può che darlo il padrone di casa, Arijen Robben, fantastico l’anticipo del numero 10, il suo sinistro scavalca Stegen dopo 12 minuti di gioco. Al sedicesimo dall’asse Robben, Ribery arriva un’altra conclusione verso Stegen, che respinge,  Mandžukic è rapace e segna il raddoppio. Verso la fine del primo tempo un infortunio di Dante permette al Borussia di accorciare le distanze, maldestro il tentativo di liberare l’area da parte del difensore brasiliano. Al minuto 66, l’arbitro concede un rigore al Bayern per fallo di mano del difeonsre del Borussia; Muller si presenta sul dischetto, angolata la sua conclusione ma la risposta di Stegen non si fa attendere, il tedesco si allunga e neutralizza la conclusione del giovane attaccante. Quello che succede dopo ha del tragico comico, lo stesso autore del primo fallo di mano ne commette un altro sulla ribattuta del portiere, l’arbitro concede un altro rigore ai campioni in carica, questa volta Alaba si presenta sul dischetto e spiazza Stegen. Nonostante le 3 reti subite è ottima la prestazione del portiere tedesco.

Il Borussia Dortmund risponde al Bayern infliggendo un 4 a 0 al Augsburg, tripletta per il nuovo acquisto Aubameyang, Indimenticabile il suo esordio in Bundesliga, ben spesi i 12 milioni di euro per l’ex attaccante del Saint-Étienne che ha realizzato 21 reti in 45 presenze nella stagione passata di Ligue 1. La risposta al tira e molla estivo tra Bayern e  Borussia per il bomber Lewandowski è il rigore dell’attaccante polacco che regala il 4 a 0 al Borussia Dortmund.

La sorpresa arriva dalla neopromossa Hertha Berlino. La squadra della capitale batte l’Eintracht Francoforte per 6-1. A punteggio pieno ci sono anche Bayer Leverkusen, vincente in casa per 3-1 col Friburgo, e Hannover 96, che ha vinto in casa per 2-0 col Wolfsburg.  2 a 2 tra l’Hoffenheim e Norimberga,  il Werder Brema batte 1 a 0 il neopromosso Eintracht Braunschweig.

La Ligue 1 ha inizio allo Stade la Mosson di Montpellier, lo strafavorito PSG di Blanc affronta in trasferta il Montpellier di Jean Fernandez. Il PSG gioca un primo tempo lento e macchinoso neanche Lavezzi riesce nelle sue solite sgaloppate, merito del migliore in campo, Cabella. Il centrocampista oltre a siglare il gol del vantaggio al decimo minuto del primo tempo, è prezioso in fase difensiva, imbrigliando il pocho. Ibrahimovic è lezioso per buona parte del match, ma è sua l’invenzione che porta al pareggio, di Maxwell che da due passi dalla rete sigla l’uno a uno.  C’è spazio anche per Cavani che sostituisce Lavezzi. Al 74′ l’attaccante uruguagio impatta un cross che arriva dalla sinistra, a negargli la gioia del primo gol in Ligue 1, è il difensore Tiene, che d’istinto respinge la conclusione e manda in angolo. 1 a 1 il risultato finale. Il Monaco è atteso in trasferta a Bordeaux, gli undici di Ranieri devono ancora trovare il loro gioco, ma sono bravi e fortunati a sfruttare le due ghiotte occasioni che capitano sui piedi di Riviere e Falcao. 0  a 2 il risultato finale.  Il Lione vince in casa contro il Nizza per 4 a 0, eccezionale la prestazione di tutto il centrocampo, che sigla tutte le reti, doppietta di Lacazette, rete di Grenier,  Gourcouff firma il 4 a 0 al novantesimo.

In Inghilterra la stagione inizia nel mitico Wembley, con la Community Shield. I Campioni del Manchester United affrontano la favola Wigan. Entrambe le squadre hanno sostituito i loro tecnici, amatissimi dalla tifoserie, se da una parte Ferguson ha regalato 27 anni indimenticabili ai tifosi del Manchester, dall’altra il tecnico Martinez, nonostante la retrocessione in Championship,  ha regalato una storica e  indimenticabile FA Cup ai tifosi del Wigan.  La partita si sblocca al 6′ grazie al cross perfetto dalla sinistra di Evra, il gesto tecnico di Van Persie è altrettanto perfetto, l’olandese impatta di testa e trova l’angolino alla destra del portiere. Il raddoppio avviene nella ripresa sempre ad opera di Van Persie, l’olandese scarica il sinistro dal limite dell’area e regala il primo trofeo a Moyes.  2 a 0 il risultato finale.

di Lorenzo Centioni 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *