Tennis. Atp Miami, trionfo di Andy Murray in finale contro Ferrer

di Giovanni Fabbri

foto murraySi chiude con il botto il Master 1000 di Miami, il secondo della stagione. La finale tra i due grandi lottatori del circuito maschile, Andy Murray e David Ferrer, non ha tradito le attese. Ci si aspettava una battaglia dal primo all’ultimo colpo e così è stato. Quasi tre ore di gioco per un match che è rimasto incerto fino all’ultimo tie-break, quello decisivo del terzo set. A trionfare è stato Andy Murray che ha approfittato delle tante occasioni sprecate da David Ferrer, strepitoso in avvio di partita ma poco concreto nei momenti finali, quelli decisivi. Il primo set è stato un dominio dello spagnolo. Il numero 5 del mondo è arrivato a condurre per 5-0, approfittando di un Murray che, complice anche l’orario di inizio (le 12.00 a Miami) sembrava non essere ancora sceso dal letto. La parziale reazione del tennista britannico non è servita e Ferrer è riuscito a chiudere la prima partita con il punteggio di 6-2. La fotografia del primo set è il saldo errori/vincenti dello scozzese: 19/8, statistica impietosa e 6-2 facilmente spiegato.

Dal secondo set è iniziata un’altra partita. Murray ha cominciato a giocare un tennis più vicino alle sue effettive possibilità. Ferrer invece, improvvisamente spaventato di vincere il suo secondo Master 1000 della carriera, ha commesso tanti errori gratuiti inusuali per uno come lui. Il risultato è stato un gioco poco spettacolare ma con scambi lunghi, a volte lunghissimi. Dopo il break di Murray nel terzo gioco è arrivata la risposta spagnola nell’ottavo. Il game decisivo è stato però il nono. Lo scozzese è riuscito a strappare la seconda battuta del set all’avversario aggiudicandosi la possibilità di servire per allungare la partita al terzo. Neanche il tempo di dirlo che il parziale ha detto 6-4 Murray. Tutto da rifare per il gladiatore iberico.

Il terzo e decisivo set è stato un susseguirsi di emozioni dall’inizio alla fine. Nessuno dei due giocatori sembrava voler tenere la battuta. Si è arrivati fino al 3 pari senza che uno dei due protagonisti avesse tenuto una sola volta il servizio. Il primo a farlo è stato Ferrer, imitato subito dopo da Andy Murray per il 4 pari. Si è arrivati così al 6-6 con un match point annullato da Murray con l’aiuto anche dell’occhio di falco. Ferrer si ferma e chiama il falco convinto che la palla sia fuori, ma non è così. È un colpo durissimo per lo spagnolo che era ormai convinto di aver portato a casa il risultato e con esso il suo 21 titolo Atp. Il tiebreak è stato solamente la conseguenza di questo stato mentale di Ferrer. Lo spagnolo si è spento consegnando la partita al indomabile scozzese. Con questo successo Murray ha conquistato anche la seconda posizione nella classifica mondiale ai danni di Roger Federer. Adesso tutti pronti per l’inizio della stagione sul rosso. Si comincerà dal torneo di Montecarlo fino ad arrivare agli Open di Francia. Lo spettacolo è assicurato visto il ritorno di Federer e Nadal.

diritti foto: AttribuzioneCondividi allo stesso modo Alcuni diritti riservati a Carine06

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *