Serie B, 24°giornata: il Brescia tenta la fuga, in tre braccano il Palermo

Sembra inarrestabile il Brescia, sempre più capolista della serie B. La formazione di Eugenio Corini piega nel finale la resistenza del Crotone, approfitta del turno di riposo del Palermo e si porta a +4 sui siciliani e a +5 sul terzo posto. Parlare di fuga è insomma adesso possibile per una squadra che appare consapevole e matura, pronta al salto di categoria.

Tanto ancora separa il Brescia dal ritorno in serie A dopo 8 anni, ma il successo dei lombardi sul Crotone piazza una bella pietra sulle ambizioni della compagine di Corini. Senza mezza squadra e col bomber Donnarumma a mezzo servizio, il Brescia ha comunque domato un Crotone mai domo, battuto solamente nel finale da una sfortunata autorete e dal sigillo del capocannoniere del torneo. Segnali che indicano come i bresciani abbiano dalla loro parte forza tecnica, autostima e quel pizzico di fortuna decisivo nelle annate che contano. 4 punti di vantaggio su un Palermo bloccato dal turno di riposo, 5 sulla terza piazza, occupata dal Pescara che regola facilmente il fanalino di coda Padova; restano in scia al Palermo anche il Benevento, nonostante l’1-1 in rimonta subìto a Foggia, ed il Verona che piega in casa la Salernitana ed ottiene la seconda vittoria consecutiva che consolida sia la posizione in classifica che la panchina di Fabio Grosso. In zona playoff, invece, crollano Lecce, Spezia e Perugia: i salentini vengono travolti 4-1 da un Cittadella ritrovato, i liguri soccombono nel finale a Carpi passando dal 2-1 a favore alla sconfitta per 3-2 dall’85’ al 90′, mentre gli umbri cedono fra le mura amiche ad un Cosenza ormai più vicino agli spareggi promozione che a quelli salvezza. In coda, colpaccio dell’Ascoli a Cremona che restituisce ossigeno a Vivarini e mette in crisi la Cremonese di Rastelli, anche se le spallate più importante la assestano il Carpi, passato in 5 minuti dall’ultimo al quart’ultimo posto, e il Livorno che nel finale batte il Venezia e mette nel mirino la salvezza diretta. Notte fonda per Crotone e Padova, nonostante i punti a disposizione siano ancora tanti e nonostante organici altamente superiori ad una posizione di classifica sempre più pericolosa per le due compagini più deludenti del campionato.

Si muove qualcosa in testa alla classifica dei marcatori con i primi quattro tutti a segno: Donnarumma (Brescia) sale a 22 reti, Mancuso (Pescara) consolida il secondo posto con la doppietta che lo porta a quota 15, mentre in terza posizione Coda (Benevento) infila la marcatura numero 12 e in quarta Pazzini (Verona) e La Mantia (Lecce) raggiungono a 9 Torregrossa (Brescia).


CLASSIFICA: Brescia 46; Palermo 42; Pescara 41; Benevento 40; Verona 39; Lecce 38; Spezia 34; Cittadella 33; Perugia 32; Salernitana 31; Cosenza 30; Ascoli 28; Cremonese 27; Venezia 26; Livorno 23; Foggia (-6) 22; Carpi 21; Crotone 19; Padova 18.

di Marco Milan

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *