Serie B, 39°giornata: Parma da solo al secondo posto, Frosinone, Palermo e Venezia ancora in corsa

20 reti, tre vittorie esterne e due 0-0 nella 39.ma giornata di serie B che, con l’Empoli già in serie A, concentra le sue attenzioni sulla lotta al secono posto, ovvero l’ultimo che vale per la promozione diretta senza dover passare sotto le forche caudine dei playoff e che vede a tre turni dalla fine il Parma solitario e consapevole che vincendo le restanti gare farebbe festa disinteressandosi degli altri risultati.

Nulla di deciso, per carità, ma il 2-0 con cui gli emiliani di D’Aversa superano la Ternana li pone in una situazione di chiaro vantaggio rispetto ai rivali perchè anche il solo punto di distacco li rende padroni del proprio destino e che a 270 minuti dal termine del campionato non è poco. Parma secondo, dunque, con una lunghezza di vantaggio sul Frosinone che a Brescia vince in pieno recupero tenendo a distanza sia il Palermo del nuovo tecnico Stellone, bloccato sull’1-1 dal Bari, sia il Venezia, corsaro 2-0 a Vercelli e sia il Cittadella che con lo stesso punteggio ha espugnato Avellino giocando un brutto scherzo al grande ex Foscarini; fra il secondo posto del Parma ed il settimo del Cittadella ci sono appena 5 punti, mentre la zona spareggi la chiude il Perugia due lunghezze più in basso e fermato sul pareggio in casa dalla Salernitana. Accesissima anche la bassa classifica dove nessuna delle formazioni della parte destra della graduatoria ha vinto, lasciando più o meno tutto invariato: in ultima posizione ci sono appaiate Ternana e Pro Vercelli, entrambe a -4 dai playout e virtualmente in serie C; continua il digiuno di vittorie della Cremonese di Mandorlini, salito a 17 partite consecutive dopo l’1-1 in rimonta contro il Novara che lascia i lombardi appena sopra la zona di galleggiamento ed i piemontesi un punto sullo spareggio. In crisi l’Avellino che con 41 punti rischia i playout o la retrocessione diretta, proprio come Entella ed Ascoli che hanno impattato 1-1 nello scontro diretto disputato a Chiavari. 0-0 fra Pescara e Cesena che a braccetto compiono un passettino verso la salvezza reciproca con gli abruzzesi in particolare quasi tranquilli così come il Brescia; ininfluenti, infine, le sfide fra squadre ormai senza obiettivi: l’Empoli già promosso esce imbattuto da Carpi contro una squadra tranquilla, mentre il Foggia supera lo Spezia 2-1 rimanendo a -5 dai playoff, distanza oramai incolmabile salvo improbabili suicidi altrui.

Non segna ma resta capocannoniere del campionato Caputo (Empoli) con 25 reti, seguito a 21 da Di Carmine (Perugia), a 20 da Donnarumma (Empoli) e Montalto (Ternana), e a 16 da Mazzeo (Foggia). Resta a quota 15 Cerri (Perugia), mentre sale a 14 Ciano (Frosinone).

CLASSIFICA: Empoli 78; Parma 66; Frosinone 65; Palermo 64; Venezia 63; Bari e Cittadella 61; Perugia 59; Foggia 54; Carpi 51; Spezia 50; Salernitana 48; Pescara e Brescia 46; Cremonese 44; Cesena 43; Novara 42; Ascoli, Avellino ed Entella 41; Ternana e Pro Vercelli 37.

di Marco Milan

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *