Serie B, 36°giornata: Empoli ad un soffio dalla festa, Frosinone da solo al secondo posto

26 reti, 5 successi in trasferta ed un solo 0-0 nella 36.ma giornata del campionato di serie B. Per incoronare l’Empoli come prima squadra promossa in serie A serve ormai solamente il supporto dell’aritmetica, ma i 13 punti di vantaggio dei toscani dicono che forse anche la matematica stavolta può farsi da parte.

Empoli che a Cesena vince 3-2 dopo aver rischiato di gettar via una vittoria già acquisita, ma evidentemente quando in un’annata le cose girano sempre per il meglio non c’è verso di invertire la rotta. L’Empoli si prepara al ritorno in serie A e mantenendo questo ritmo, il tappo dello spumante può iniziare ad essere allentato perchè la squadra di Andreazzoli non conosce freni o distrazioni. Ma se i toscani sono ad un passo dalla promozione, l’altro posto per decretare la seconda squadra a salire direttamente in serie A è tutt’altro che assegnato: in seconda posizione c’è ora da solo il Frosinone che nel finale ha espugnato per 2-0 l’ostico campo di Avellino, staccando così il Palermo che a Cittadella non va oltre lo 0-0 rischiando pure la sconfitta; i siciliani vengono raggiunti al terzo posto dal Parma, corsaro ad Ascoli grazie ad un gran gol di Calaiò. Continua a perdere occasioni ghiottissime per avvicinare la vetta il Bari, fermato in casa anche dal Novara, facendosi pure scavalcare dal Perugia che torna da Carpi con altri 3 punti importantissimi per blindare il posto playoff, obiettivo pure del Venezia che batte in scioltezza l’Entella. Fuori dalla zona spareggi, al momento ci sono il Foggia (2-2 a Terni), il Carpi e lo Spezia, battuto in casa da un Brescia in gran ripresa ed ormai fuori dalla zona pericolo dove restano invischiate pesantemente l’Entella, l’Ascoli ed il Cesena, mentre l’Avellino si tiene a distanza minima, così come il Pescara, sconfitto in casa di una Pro Vercelli che, alla pari della Ternana, prova a sparare le ultime cartucce per sperare in una comunque complicata salvezza. L’1-1 fra Cremonese e Salernitana, infine, lascia entrambe le formazioni in un limbo di classifica tranquillizzante a questo punto del campionato.

Caputo (Empoli) resta all’asciutto ma rimane capocannoniere del torneo con 23 reti e vede avvicinarsi il suo compagno di squadra Donnarumma che con la doppietta di Cesena sale a quota 20. Terzo gradino del podio per la coppia Montalto (Ternana)-Di Carmine (Perugia), appaiati a 18 ed inseguiti da Mazzeo (Foggia) a 16.

CLASSIFICA: Empoli 73; Frosinone 62; Parma e Palermo 60; Perugia 57; Bari 56; Venezia 54; Cittadella 52; Foggia 50; Carpi 49; Spezia 47; Brescia 45; Salernitana 44; Cremonese 43; Avellino e Novara 40; Pescara 39; Cesena 38; Entella 37; Ascoli 36; Ternana e Pro Vercelli 34.

di Marco Milan

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *