Euro 2016. Galles – Portogallo, Germania – Francia: c’è spazio soltanto per 2

Siamo alle battute finali di un europeo tutto sommato avvincente e pieno di sorprese, la massima competizione continentale per nazionali ha portato tra le prime quattro, grazie ad accoppiamenti al quanto singolari sin dagli ottavi, tre cosiddette nobili come Portogallo, Francia e Germania ma anche, e questa si che è una sorpresa, il Galles di Bale e Ramsey.

Proprio quest’ultima è la vera e propria rivelazione del torneo, si è imposta al primo posto nel girone battendo facilmente Slovacchia e Russia mentre si è arresa all’Inghilterra soltanto nei minuti finali, negli ottavi e quarti ha la meglio su Irlanda del Nord e sorprendentemente anche sul Belgio, accreditato da tutti come possibile vincitore del torneo, con una rimonta che nell’ovest britannico ricorderanno per molto tempo. Una squadra tutta muscoli e corsa completata in avanti dalla fantasia di Ramsey e dallo strapotere di Gareth Bale. Corrono veloci i gallesi che nella prima delle due semifinali, in programma il sette luglio a Lione, affronteranno il Portogallo di Cristiano Ronaldo. 

I rossoverdi sono partiti male disputando un girone sottotono e hanno ottenuto la qualificazione alla fase successiva grazie al piazzamento come migliore terza. Questa posizione ha permesso, però, alla nazionale iberica di accedere alla parte alta del tabellone, dove a sfidarsi c’erano squadre certamente meno blasonate di quelle che occupavano la parte bassa. Agli ottavi, Quaresma decide il big match contro la Croazia nel secondo tempo supplementare con un gol allo scadere mentre ai quarti a soccombere è la Polonia questa volta ai calci di rigore. L’incontro sarà diretto dal tedesco Byrch, dei gallesi mancheranno per squalifica proprio Ramsey e Davies mentre William Carvalho sarà out per i portoghesi.

Nella seconda semifinale che si giocherà l’otto luglio a Marsiglia si affronteranno Germania e Francia, i padroni di casa sono un bel mix di esperienza e qualità con Pogba e Payet sugli scudi ma possono contare anche sul capocannoniere della manifestazione con 4 reti ovvero Antoine Griezmann. I Galletti non conoscono sconfitta, nel girone eliminatorio hanno battuto Romania e Albania e pareggiato con la Svizzera. Agli ottavi, non con paca fatica, ad arrendersi è stata l’Irlanda mentre ai quarti pokerissimo a una sorprendente, fino a quel momento, Islanda. Di fronte i Campioni del Mondo, la Germania resta senza dubbio la favorita alla vittoria finale, sono una squadra completa e con pochi punti deboli. Un girone praticamente dominato assieme alla Polonia, gli ottavi? Una formalità perché contro la Slovacchia è bastato un tempo agli uomini di Loew per spegnere ogni speranza di qualificazione ad Hamsik e compagni. Nei quarti l’Italia si è arresa solo ai calci di rigore, l’esperienza dei tedeschi ha avuto la meglio permettendo a Ozil e compagni di approdare in semifinale. Un po’ d’Italia nel match di Marsiglia, ad arbitrare, infatti, sarà Rocchi, out per squalifica Hummels mentre sono out per infortunio Gomez e Khedira.

di Claudio Serratore

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *