Calcio, Premier League. Il Leicester affonda il City: you can dream Claudio

Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minutes, 49 Seconds

Adesso quasi tutti fanno il tifo per i Foxes. La squadra di Ranieri vince contro il City e allunga + 5 sulle inseguitrici. Che sia l’anno buono per vedere qualcosa di straordinariamente impensabile? 

ranieriUn miracolo in Premier League, una squadra, il Leicester, un allenatore, Claudio Ranieri, stanno stravolgendo la geopolitica calcistica d’oltremanica riscrivendo la storia di quello che con tutta probabilità è il campionato più bello e appassionante del mondo.

I Foxes sono primi in classifica a quota 53 punti, ben cinque di vantaggio su Tottenham e Arsenal, pur avendo il quartultimo monte ingaggi di tutta la Premier. Un rosa, il cui valore, è nettamente inferiore a quello delle più titolate come United, Arsenal, Chelsea e City. Una miracolo anche un po’ italiano, su quella panchina, infatti, siede Claudio Ranieri, un allenatore sottovalutato e non poco dal calcio nostrano, pronto, ora, per il grande salto e per un titolo, impossibile fino a poco tempo fa e ora a portata di mano. Il tecnico romano ha saputo fare gruppo, amalgamando una rosa con poche prime donne e destinata a una difficile salvezza ad inizio stagione. Un po’ di tattica in più, questo è certo, condita da una buona organizzazione in fase difensiva, da sempre punto di forza del tecnico testaccino. Anche i famosi Bookmakers britannici si sono dovuti ricredere sulla possibile vittoria del Leicester, ora il trionfo è quotato ad appena 1.70, e pensare che ad inizio stagione con un solo pound si potevano vincere migliaia di sterline. Stella della squadra Jamie Vardy, l’attaccante inglese è l’uomo del momento, il suo score è impressionante, ben 19 gol segnati su 25 partite, un attaccante completo, una vera e propria rivelazione, il suo gol contro il Liverpool, uno splendido tiro dai 35 metri, rimarrà nel storia.

Un atleta, che sulla soglia dei 30 anni, ha trovato la sua consacrazione e anche un ottimo rinnovo di contratto. Cinque milioni di euro a stagione fino al 2019, questo il premio che la società ha fatto al suo bomber, 80 mila sterline a settimana, esattamente il doppio di quanto prendeva fino a questa stagione. Ma il Leicester non è solo Vardy, sono numerosi, infatti, i giocatori che stanno facendo la differenza come Kante, instancabile metronomo del centrocampo e Mahrez, ala anche della nazionale algerina che ha siglato ben 14 gol in stagione. Una splendida cavalcata quella dei ragazzi di Ranieri culminata con l’inaspettata quanto meritata vittoria sul campo del City per 1 a 3.

All’Etihad Stadium non c’è storia, i Foxes fanno la partita e vanno subito in vantaggio con Huth  che da due passi insacca alle spalle di Hart, gli ospiti continuano a macinare gioco creando numerose occasioni da gol mentre Aguero e compagni sembrano inermi davanti alla straordinaria organizzazione degli avversari. Nel secondo tempo raddoppia Mahrez con una stupenda serpentina in aria, i citizens non credono ai loro occhi, fa il terzo sempre Huth sugli sviluppi di un calcio d’angolo. A pochi minuti dalla fine Aguero accorcia le distanze ma finisce con il trionfo dei meno quotati, con il trionfo di Davide contro Golia, con quello dei “poveri” contro i ricchi. Una storia quella del Leicester che riconcilia con lo sport tutto ma soprattutto con il calcio. Tutti in fondo siamo tifosi dei ragazzi di Ranieri, tutti vorremmo veder vincere l’idea di squadra su quella prepotente del “più spendi più vinci”. I Foxes saranno con tutta probabilità solo l’eccezione che conferma la regola, un’eccezione, però, estremamente eccitante alla quale vale la pena credere sino in fondo.

(di Claudio Serratore)

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles