Tennis, Masters femminile: ultimo torneo della carriera in salita per la Pennetta

Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minutes, 29 Seconds

493897738_mediagallery-articleLa possibilità di chiudere una carriera in bellezza: questo il Masters femminile per Flavia Pennetta, l’ultimo torneo di una grande storia di tennis. “Si tratta della conclusione perfetta della mia carriera, sono molto felice di esserci perché la partecipazione a questo torneo mi mancava”, queste le sue parole rilasciate alla Gazzetta dello Sport alla vigilia del match d’esordio contro Simona Halep. Dai sogni alla dura realtà. Perché confrontarsi con le prime otto del mondo è sicuramente uno stimolo e il grande obiettivo di tutte le giocatrici professioniste, ma può anche trasformarsi rapidamente in un incubo.

Il match che ha aperto l’ultimo grande torneo della stagione è stato infatti una vera e propria sofferenza per Flavia Pennetta, ammutolita dalla numero due del mondo fin dai primi colpi giocati. Il risultato ha detto 6-0 6-3 in un’ora e dieci minuti, con una Pennetta scarica sia dal punto di vista fisico che mentale. L’ultimo precedente tra le due risaliva alla semifinale US Open, quando l’azzurra aveva lasciato alla romena quattro soli game nell’intera partita. Ma quella era un’altra tennista, una giocatrice a cui riusciva qualsiasi cosa, un’atleta in uno stato di grazia. La prima parte di gara è l’emblema dello stato confusionale di Flavia, un 6-0 che si è chiuso in soli 25 minuti di gioco e che non l’ha mai vista mettere l’avversaria in difficoltà. Un braccio contratto e un posizionamento in campo rinunciatario, sempre con i piedi dietro la riga di fondo. Una sconfitta che naturalmente complica fin ad subito i piani di qualificazione alle semifinali, perché al Masters anche la differenza set può rivelarsi decisiva e perdere 2-0 vuol dire non poter più sbagliare nulla, neppure un singolo colpo. Le altre due sfide del girone la vedranno impegnata contro Maria Sharapova e Agnieska Radwanska, altri due incontri difficilissimi con due avversarie molto battagliere. La Sharapova si trova già in testa al raggruppamento, grazie al successo ottenuto in tre set contro la rivale polacca. Una rimonta che ha mostrato una siberiana decisa a centrare il secondo Masters della carriera (l’unico successo risale addirittura a 11 anni fa) e l’assenza di Serena Williams, fuori dai giochi per i soliti problemi fisici, rappresenta un’occasione più unica che rara per tutte le altre campionesse, a partire proprio dalla bella Maria.

Nel secondo girone, quello che si aprirà nel corso della giornata di oggi, si daranno battaglia Garbine Muguruza, Petra Kvitova, Angelique Kerber e Lucie Safarova. Se da una parte le due favorite sembrano essere Simona Halep e Maria Sharapova, dall’altra Petra Kvitova e Garbine Muguruza vorrebbero centrare l’accesso alle semifinali. La più agguerrita per arrivare alla vittoria finale, oltre alla Sharapova, potrebbe essere proprio la Kvitova. Insieme a Masha è l’unica ad aver già vinto il torneo in carriera (nel 2011) e la possibilità di far definitivamente esplodere il suo talento sembra sempre dietro l’angolo. Tante emozioni tennistiche si susseguiranno fino a domenica prossima, l’esito del torneo non è assolutamente scontato e per i tifosi italiani la speranza di assistere ad un’altra sorpresa non è ancora del tutto accantonata.

Di Giovanni Fabbri

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles