Premier League. Turno spezzatino in cui vincono United e Chelsea

Print Friendly, PDF & Email
Read Time3 Minute, 10 Second

Campionato spezzatino nella ventinovesima giornata della Premier League. Le tante sfide dell’avvincente FA Cup non hanno comunque fermato le restanti partite tra cui le importanti vittorie di Manchester United e Chelsea.

Con Liverpool, Arsenal e Manchester City impegnate nel week end per i quarti di finale della FA Cup, il torneo più antico del mondo, l’occasione per allungare ulteriormente sfruttando le partite in più disputate per il Chelsea era da non fallire minimamente. Gli uomini di Mourinho hanno risposto presente vincendo il secondo derby di Londra consecutivo, dopo quello con il Fulham della scorsa settimana, questa volta è toccato al Tottenham che faceva visita a Stamford Bridge. Primo tempo abbastanza equilibrato e parità interrotta solamente al minuto cinquantasei con il brutto errore di Vertonghen che ha spianato la strada a Samuel Eto’o, abile ad infilarsi tra le linee e a sfruttare il maldestro retro passaggio del difensore belga, infilando l’uno a zero. Due minuti dopo ancora il camerunense, in versione “vecchio” di lusso, viste le recenti affermazioni del suo allenatore, manda in tilt la retroguardia degli spurs, causando il calcio di rigore che manda anticipatamente negli spogliatoi Kaboul, espulso da regolamento per aver ostacolato una chiara occasione da gol. Dagli undici metri si presenta Eden Hazard  che spiazza Lloris per il due a zero. In superiorità numerica la partita prende largamente la piega giusta per i blues che nei minuti finali trovano il terzo e il quarto gol con la doppietta di Demba Ba che sfrutta a pieno tutti i regali del Tottenham molto bravo a farsi male anche da solo. Chelsea ora a sette lunghezze di vantaggio in attesa delle dirette avversarie.

West Bromwich è stata l’ultima tappa di Sir Alex Ferguson e del suo Manchester  United leggendario, a differenza di dieci mesi i Red Devils campioni in carica si presentano sul campo nel West Midlands per inseguire un posto in europa che possa salvare la stagione, la prima critica per David Moyes. Contro un avversario si, combattivo, ma molto modesto che manca dalla vittoria da troppo tempo, lo United riesce a sbloccare la gara nel primo tempo grazie al bel colpo di testa di Phil Jones servito bene da calcio di punizione di Van Persie, legittimando poi la vittoria nella ripresa grazie al gol di Rooney al sessantottesimo e di Welbeck nel finale per il definitivo zero a tre del Manchester United sui gaggie, che regala tre punti importanti per la classifica e per il morale, strano ma vero ma quest’anno tocca bisogna accontentarsi di questo.

Con molte partite non disputate l’attenzione si è spostata sull’accesa lotta per rimanere in Premier. Lotta che ha ripreso a combattere anche il Cardiff City. La sfida per evitare il baratro premia i padroni di casa gallesi che trovano la vittoria fondamentale che li tiene ancora al terz’ultimo posto ma ancora vivi nella lotta. Fulham invece ormai sempre più in fondo e in caduta libera. Uno a uno invece tra Norwich City e Stoke City, con le due squadre troppo attente a non farsi male e ad accontentarsi di un punto molto buono.

Gara delicata anche sul campo del Crystal Palace, dove però è il Southampton a prendersi l’intera posta grazie al gol nel primo tempo di Jay Rodriguez per i saints.

Nei quarti di finale di FA Cup superano il turno L’Arsenal, che elimina l’Everton vincendo quattro a uno in casa, l’Hull City che annienta per tre a zero in casa il Sunderland, e due squadre di Championship: Lo Sheffield eliminando il Charlton, e ancora una volta la bestia nera maledizione per la parte celeste di Manchester, il Wigan, che in casa dei citizens trova ancora una volta la vittoria contro il City, bissando il successo in finale dello scorso anno.

Francesco Proietti 

0 0
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles