Atp Amburgo. Storico Fognini: batte Del Bonis e vince il secondo titolo consecutivo

Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minutes, 20 Seconds

Scoprirsi grandi nel tennis adesso si può. Forse non è il caso di volare troppo in alto con la fantasia ma Fabio Fognini, da oggi numero 19 del mondo, fa volare alto l’entusiasmo italiano intorno al mondo del tennis.

Fognini non si ferma più, il ligure è andato infatti a vincere ad Amburgo, dopo aver trionfato a Stoccarda solo una settimana prima. Il nome di Fabio si va ad accostare quindi a quelli che hanno fatto la storia del tennis; Amburgo ha visto trionfare 4 volte Federer, ma anche Nadal, Coria, Kuerten e a voler tornare tanto indietro anche un italiano, Paolo Bertolucci nel 1977. Tanto per dare lustro a una vittoria che comunque non ha bisogno di essere lucidata più di così, il valore di questo successo (anche se Amburgo dal 2009 è un 500 e non più un Masters 1000) risiede in tante altre cose, che non sono solo i predecessori.

Vincere Amburgo ha voluto dire bissare il successo di Stoccarda, il primo della carriera, ma soprattutto ci ha mostrato un Fabio finalmente continuo. Non più il talento a poco servizio della concretezza, ma entrambi uniti per dimostrare che con la testa giusta 26 anni non sono troppi per cominciare a vincere. L’avversario battuto ieri era, tra i tanti sconfitti in queste 2 settimane perfette, sulla carta il meno insidioso, ma invece l’argentino Del Bonis, fresco della vittoria su Federer, ha saputo mettere in difficoltà il ligure.

La partita – La vittoria assume ancora più valore visto che è arrivata in rimonta. Il primo set infatti è andato nelle mani di Del Bonis nonostante era stato Fabio a giocare meglio, senza sfruttare però ben 5 palle break durante. Il destino in questi casi è beffardo e così Fabio ha ceduto il servizio, e quindi il set, nell’unico turno in cui aveva incontrato difficoltà. Perso 6-4 il primo set, l’incontro è sembrato scivolar via, pronto a lasciare tutti ancora una volta con l’amaro in bocca per quanto poteva essere e che invece non è stato. Ma questo Fognini è diverso, a Stoccarda l’avevamo intuito e ad Amburgo è arrivata la conferma. Sotto 4-1 il ligure ha piazzato la rimonta fino a giocarsi il tie break, dove sono arrivati tre match point da annullare: detto fatto.  Sull’8 a 7, al primo set point, Fabio ha portato al terzo una sfida che adesso andava solamente vinta e così è stato. Il tutto complice anche il fisiologico calo di un Del Bonis che, è bene ricordarlo, arrivava dalle qualifiche. Il terzo set è andato via rapido con Fognini sempre avanti e che sul 5 a 1 però ha mancato l’appuntamento con il titolo facendosi recuperare uno dei due break. L’ennesimo capolavoro Fabio lo fa però sul 5-2 servizio Del Bonis, sotto 40-0 rimonta entrando profondo su ogni seconda dell’argentino: è ancora break, è ancora set, è ancora un altro match vinto… è ancora Fabio Fognini.

di Cristiano Checchi 

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles