Basket. Playoff: l’Acea Roma asfalta Reggio Emilia e porta in parità la serie

Print Friendly, PDF & Email
Read Time1 Minute, 53 Seconds

Roma - Reggio EmiliaNon poteva essere la vera Acea quella vista due giorni fa in gara 1, i ragazzi di Calvani non hanno ripetuto l’errore e questa sera al PalaTiziano è stata un’altra storia: 82 -58.

La superiorità dei capitolini è stata lampante dalla fine del primo quarto in poi. Reggio Emilia arrivava a questa gara 2 nel modo migliore possibile, ma di fronte ha trovato una Roma arrabbiata e cattiva e lontana parante di quella battuta 48 ore prima. L’Acea, che ha fatto a meno di Lawal e Taylor, presente con il naso incerottato nel riscaldamento per caricare i compagni, ha però trovato una grandissima prestazione di Cyzy e Lorant, la solita di qualità di Goos e quella stratosferica di Gigi Datome. Il capitano si è caricato sulle spalle la squadra e l’ha portata a una vittoria fondamentale che porta la serie in parità in vista di gara 3 a Reggio Emilia. Non solo i giocatori, determinate è stato l’apporto di un Palazzetto carico e presente come tutto l’anno, che per l’occasione non ha mancato di far notare a Cinciarini il proprio risentimento per aver messo ko Taylor in gara 1.

I PROTAGONISTI – Mattatore assoluto è stato Datome, che poi praticamente è stato risparmiato nel quarto quarto. Il capitano ha chiuso con 20 punti, 3 rimbalzi e tanta qualità in ogni giocata. Ma per Roma le note positive sono anche le grande partite di Lorant, che ha chiuso con 14 punti, di Goos 13 e di Cyzy che ha fatto 4 su 4, mettendo a segno 8 punti. Bene anche D’Ercole e la personalità mostrata nel finale da Matteo Tambone, per Roma anche la gioia per la tripla del giovanissimo Guagliardi. Per Reggio Emilia dopo una buona partenza c’è stato poco altro. Solo i 13 punti di Taylor, ultimo a mollare e i 12 di Bell. Ma la squadra di Menetti ha subito da matti la difesa forte dei romani e la grandissima vena offensiva degli avanti.

In vista di gara 3 Calvani può tirare quindi un sospiro di sollievo per aver ritrovato la sua squadra, praticamente assente in gara 1;  farlo senza due pedine importanti è stata sicuramente la risposta migliore che il coach romano voleva avere dai suoi ragazzi. Reggio Emilia e Roma ora si ritroveranno il 13 per gara 3, di quella che sembra essere una serie che ha ancora molto da dire.

Cristiano Checchi

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles