Serie B. Sassuolo in orbita, Livorno braccato dal Verona. Grosseto e Pro Vercelli out

Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minutes, 12 Seconds

di Marco Milan

Non definitive, ma qualche sentenza probabile nella trentesima giornata di serie B è arrivata. Tanto per cominciare, la capolista Sassuolo con la vittoria per 4-3 a Varese ha messo un’ipoteca evidente sulla promozione: appare veramente complicato, infatti, immaginare la squadra di Di Francesco fuori dalle prime due al termine della stagione; i punti di vantaggio sulla seconda sono 9, quelli sulla terza 11. La sconfitta di sabato scorso contro il fanalino di coda Grosseto è stata spazzata via da una prestazione di carattere e di spessore su un campo difficile come quello dell’Ossola. Al secondo posto c’è sempre il Livorno, ma ora con sole due lunghezze sul Verona a seguito del 3-3 casalingo degli amaranto contro la Reggina e della contemporanea vittoria degli scaligeri per 2-0 in casa del Grosseto.

Non accenna a fermarsi l’Empoli, vittorioso anche ad Ascoli ed ormai ad un passo dal centrare i playoff, obiettivo imponderabile ad inizio stagione per gli uomini di Sarri e divenuto impossibile dopo le prime giornate in cui i toscani facevano filotto come ora, ma prendendo la strada contromano. L’inversione autunnale ha rimesso gli azzurri sulla corsia giusta, la carriola è diventata una Ferrari, i sorpassi sono fioccati a raffica, insomma per la serie A l’Empoli c’è e mette anche paura. Al quinto posto c’è il Varese che ancora una volta si è sciolto di fronte ad una diretta concorrente e dopo aver perso gli scontri contro Verona ed Empoli, cade anche sotto i colpi del Sassuolo capoclassifica. Pronte ad agganciare il sesto vagone, l’ultimo utile per salire sul treno degli spareggi promozione, ci sono il Padova (battuto in casa nel derby col Vicenza), un Brescia in ripresa che nelle ultime tre partite ha raccolto ben 7 punti, la Juve Stabia che a Bari ci ha lasciato le penne rinvigorendo i pugliesi (alla seconda vittoria consecutiva), e, almeno teoricamente, anche il Modena che prosegue nella costante e poco invidiabile abitudine di farsi rimontare dagli avversari negli ultimi dieci minuti di partita (vedere Modena-Cittadella 3-3 di sabato per crederci).

Quasi salve il sorprendente Lanciano (corsaro a Vercelli), lo stesso Cittadella, il Novara (buon punto a Brescia) e l’Ascoli, sconfitto come detto, dall’Empoli, ma con la gara di Crotone ancora da terminare. Invischiate ancora nella lotta per evitare playout e retrocessione diretta, troviamo invece Ternana e Spezia che non si sono fatte male nello scontro diretto al Liberati, Crotone e Cesena (impegnate nel posticipo dello stadio Scida), e le già citate Bari, Reggina e Vicenza. Chiudono la carovana Pro Vercelli e Grosseto, le quali, a proposito di sentenze più o meno definitive, hanno ormai ben più di un piede in serie C.

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles