Serie B, 13°giornata: il Palermo resiste a Verona e mantiene la vetta. Risale il Benevento

La serie B inizia a prendere forma e trova nel Palermo la capolista in grado di poter mantenere la posizione di vertice fino al termine della stagione. I siciliani di Stellone restano al comando della classifica dopo il pareggio in casa del Verona e si dimostrano più in palla delle altre favorite di inizio anno, scaligeri compresi.

1-1 fra Verona e Palermo sotto un fortunale d’altri tempi in una gara determinata dal vantaggio veronese di Di Carmine e dal pareggio nel finale di Rajkovic. Un punto certamente più utile ai rosanero che mantengono la vetta, rispetto ai veneti che restano in zona playoff ma iniziano ad allontanarsi dalle posizioni che portano in serie A direttamente, l’obiettivo stagionale della formazione allenata da Fabio Grosso. Manca l’occasione di agganciare la vetta il Pescara che contro l’Ascoli sbaglia un rigore e non va oltre l’1-1 e indirettamente si mangia le mani pure la Salernitana, costretta al riposo settimanale; in terza posizione sale così il Lecce che al Via del Mare batte la Cremonese ed inizia ad assestarsi stabilmente in zona promozione. Perdono terreno in zona playoff sia il Cittadella (bloccato a Livorno dal fanalino di coda del campionato), sia il Brescia, battuto a Venezia dalla squadra di Walter Zenga, una delle più in forma del momento, e sia lo Spezia che nonostante la superiorità numerica per mezza partita non va oltre lo 0-0 contro il coriaceo Foggia. A risalire e guadagnare posizioni è così il Benevento che all’ultimo respiro batte il Perugia ed aggancia Cittadella e Salernitana a quota 20. Nella zona bassa della classifica, invece, in attesa del derby calabrese fra Crotone e Cosenza che si affronteranno nel posticipo del lunedì, il colpaccio lo fa il Carpi che va a vincere a Padova inguaiando ancora di più la squadra di Foscarini, avvicinata proprio da quella di Castori.

Segna Donnarumma (Brescia) che rinforza il suo primato in testa alla classifica dei marcatori con 10 reti, seguito da Coda (Benevento) che aggancia Mancuso (Pescara) a 7 e distanzia Palombi (Lecce) a 6. A quota 5, poi, il gruppone formato da Bocalon (Salernitana), Tutino (Cosenza), Nestorovski (Palermo), Finotto (Cittadella), Mancosu (Lecce), Vido (Perugia) e Di Mariano (Venezia).

CLASSIFICA: Palermo 25; Pescara 23; Lecce 22; Salernitana, Benevento e Cittadella 20; Verona 19; Brescia 18; Perugia e Spezia 17; Ascoli 16; Cremonese e Venezia 15; Crotone* 12; Padova 11; Carpi 10; Cosenza* e Foggia (-8) 8; Livorno 6. *una partita in meno.

di Marco Milan

Lascia un commento

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS