Serie B, 30°giornata: Brescia imbattuto a Verona, ma il Lecce lo agguanta in testa

La giornata numero 30 del campionato di serie B fa registrare una svolta importante, ovvero l’aggancio del Lecce al Brescia in testa alla classifica, nonchè la caduta del Palermo a Pescara che scava un solco di 4 punti fra le prime due e il terzo posto dei siciliani.

Verona-Brescia è stata la partita più spettacolare e combattuta della giornata, fra due squadre di caratura superiore rispetto alle altre; il 2-2 finale allontana i veneti dalla promozione diretta e permettono al Lecce (vittorioso 3-1 sul Cosenza) di agganciare proprio i lombardi di Corini al comando della classifica con 54 punti, ben 4 in più del Palermo, beffato e battuto nel finale a Pescara da un rocambolesco 3-2 che, almeno teoricamente, rimette in gioco anche gli uomini di Pillon. In zona playoff cade il Perugia a Crotone, pareggia in zona Cesarini il Cittadella in casa del Venezia e vince all’ultimo respiro lo Spezia contro la Salernitana che ora rischia l’ennesimo cambio in panchina con la posizione di Gregucci assai sricchiolante. Torna alla vittoria pure il Benevento che regola fra le mura amiche per 3-1 il fanalino di coda Carpi, mentre in zona salvezza, oltre al Crotone, il colpo lo piazza la Cremonese espugnando Livorno che oggi giocherebbe il playout col Venezia. Fermo per il turno di riposo il Foggia, appaiono spacciate sia il Carpi e sia il Padova, sconfitto in casa dall’Ascoli e ormai con un piede e mezzo in serie C, proprio come gli emiliani di Castori.

Non segna ma resta capocannoniere del torneo Donnarumma (Brescia) con 24 reti, seguito da Mancuso (Pescara), secondo a 17 e tallonato ora da La Mantia (Lecce) che con la doppietta al Cosenza sale a quota 15. A 14 reti rimane Coda (Benevento), a 12 Simy (Crotone) aggancia Verre (Perugia).

CLASSIFICA: Lecce e Brescia 54; Palermo 50; Verona e Pescara 48; Benevento 47; Perugia 44;
Spezia 43; Cittadella 42; Ascoli 36; Cremonese, Cosenza e Salernitana 35; Crotone 33; Venezia e Livorno 30; Foggia 27 (-6); Padova 24; Carpi 22.

di Marco Milan

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *