Serie B, 9°giornata: nell’equilibrio generale non c’è ancora un padrone

Print Friendly, PDF & Email
Read Time1 Minute, 47 Seconds

La nona giornata di serie B sforna risultati sorprendenti ed inattesi e lascia inalterato un campionato ancora senza squadre in fuga e con una forbice di soli 8 punti fra la coppia di testa Frosinone-Palermo ed il Cesena fanalino di coda. 31 reti, 4 vittorie esterne e solamente uno 0-0 in attesa del posticipo fra Entella ed Empoli.

Occasione ghiotta proprio per l’Empoli che vincendo a Chiavari scavalcherebbe Frosinone e Palermo al comando della classifica dopo lo 0-0 nello scontro diretto nel Lazio fra i ciociari di Longo ed i siciliani di Tedino. Occasioni perse, invece, per Perugia, Bari, Venezia e soprattutto Avellino, tutte incapaci di vincere e col rammarico di non essere riuscite ad agganciare, almeno temporaneamente, la vetta del torneo; gli umbri perdono 2-1 a Foggia, il Bari si fa rimontare in pieno recupero sul 2-2 in casa della Pro Vercelli e rimanda ancora il ritorno al successo esterno, il Venezia pareggia 3-3 ad Ascoli e l’Avellino perde clamorosamente il derby campano al Partenio con la Salernitana passando negli ultimi venti minuti di partita dal 2-0 a favore al 2-3 per i granata che con questo rocambolesco successo lasciano i bassifondi della graduatoria. Risale il Pescara che espugna Parma nel finale ed inchioda gli emiliani a metà classifica, mentre è stoica la vittoria della Cremonese a Cittadella, ottenuta in pieno recupero e in 9 uomini contro 11; secondo successo consecutivo per il Novara, corsaro a Brescia nel giorno dell’esordio in panchina di Pasquale Marino sulla panchina dei lombardi dopo l’esonero abbastanza incomprensibile di Boscaglia. Resta ultimo da solo il Cesena, sconfitto 2-1 a Carpi, mentre si prende una boccata d’ossigeno la Ternana dopo il 4-2 inflitto ad uno Spezia sempre più altalenante ed ora risucchiato in zona retrocessione.

In attesa di giocare, Caputo (Empoli) resta capocannoniere del campionato con 8 reti, una in più di Pettinari (Pescara) che resta a 7, quindi la coppia Improta (Bari) Han (Perugia) a quota 6 e quella Ardemagni (Avellino) Mazzeo (Foggia) ora a 5.

CLASSIFICA: Frosinone e Palermo 15; Empoli*, Venezia e Carpi 14; Cremonese, Avellino, Perugia, Bari, Pescara, Novara e Cittadella 13; Salernitana ed Entella 12*; Parma 11; Foggia, Brescia, Ternana e Spezia 10; Ascoli e Pro Vercelli 9; Cesena 7. * una partita in meno.

di Marco Milan

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles