Formula 1, Montecarlo: Vettel in trionfo e in fuga mondiale, Raikkonen completa la doppietta per la Ferrari

La Ferrari vince, anzi stravince il gran premio di Montecarlo con Vettel primo e Raikkonen secondo, per una doppietta che a Maranello mancava dalla gara del 2010 in Germania (Alonso-Massa all’epoca) e per un successo che nel Principato non si vedeva addirittura dal 2001 quando a vincere fu Michael Schumacher. Ed ora anche la classifica sorride a Vettel che si trova a +25 su un Hamilton opaco e sottotono.

ARMATA ROSSA – Favorita era alla vigilia e favorita si è confermata anche in qualifica e in gara: la Ferrari ha dominato in lungo e in largo l’intero fine settimana monegasco con la pole position di Raikkonen al sabato e la doppietta alla domenica con Vettel abile a sfruttare la strategia superando il finlandese ai box. Vittoria e doppietta non sono mai state in discussione per una Ferrari al momento perfetta, con Vettel ora a +25 in classifica su Lewis Hamilton che a Montecarlo ha limitato i danni ma che appare molto in difficoltà. Deluso, nonostante il secondo posto, Kimi Raikkonen che dopo la pole position e la partenza razzo aveva sognato il ritorno alla vittoria.

DETRONIZZATO – 13.mo in prova, solo 7.mo in gara, Hamilton ha capito ben presto che il gran premio di Monaco sarebbe stato un calvario per lui. Durante la corsa, l’inglese ha fatto il possibile, è entrato in zona punti, ha approfittato dei molteplici ritiri (solo 13 macchine all’arrivo) e si è accontentato di una settima posizione che lo allontana dalla vetta della classifica ma lo tiene ancora in corsa per il mondiale. Vedere però Hamilton arrangiarsi e considerare positivo un settimo posto è quantomeno curioso, perchè il tre volte campione del mondo aveva abituato gli appassionati ad un approccio sempre grintoso e combattivo, soprattutto nelle ultime quattro stagioni di incontrastato dominio di una Mercedes al momento in difficoltà, come confermato anche dal quarto posto di Bottas. Presto per dire se si tratti della fine di un’era, certamente oggi Hamilton e la Mercedes sembrano improvvisamente tornati un pilota ed una vettura qualsiasi.

IN RIPRESA – Possono uscire da Montecarlo con un sorriso entrambi i piloti della Red Bull, in particolar modo Daniel Ricciardo che ha agguantato il podio e si è messo alle spalle entrambe le Mercedes, nonchè il compagno di squadra Max Verstappen, un ragazzo che pian piano matura, è meno spericolato e inizia a capire anche che certe volte è meglio portare a casa qualche punto piuttosto che rischiare una debacle. La Red Bull è in ogni caso in grande crescita, così come la McLaren che, orfana di Alonso impegnato a Indianapolis, ha ripresentato in pista Button (sfortunato, penalizzato e costretto a ritirarsi) ed è andata ad un soffio dal conquistare i primi punti in campionato con Vandoorne che è finito contro le barriere quando era in decima posizione. Bene anche le Haas, a punti sia con Grosjean che con Magnussen.

RESOCONTO: 1. Vettel (Ferrari); 2. Raikkonen (Ferrari); 3. Ricciardo (Red Bull); 4. Bottas (Mercedes); 5. Verstappen (Red Bull); 6. Sainz (Toro Rosso); 7. Hamilton (Mercedes); 8. Grosjean (Haas); 9. Massa (Williams); 10. Magnussen (Haas).

CLASSIFICA: 1. Vettel 129; 2. Hamilton 104; 3. Bottas 75.

di Marco Milan

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *