Milano, emergenza sicurezza: Sala chiede l’esercito

Presidiare tutte le periferie di Milano è l’obiettivo del sindaco: la Ministra Pinotti dà l’ok per l’aumento dei militari nell’ambito del progetto “Strade Sicure”

Si torna a parlare di sicurezza a Milano. Il sindaco Giuseppe Sala ha infatti annunciato la sua intenzione di mettere in sicurezza la città, richiedendo anche l’esercito.

La misura è stata annunciata in contemporanea alla visita della Presidentessa della Camera Laura Boldrini a Quarto Oggiaro. La notizia arriva anche in seguito all’aggressione, poi diventata omicidio, di un uomo dominicano a Loreto.

Le reazioni

L’assessore regionale Viviana Beccalossi (Fratelli d’Italia) ha commentato: “Sala si dimostra persona di buon senso, sposa il modello La Russa e invoca il ritorno dell’esercito a Milano”.  meno positiva la reazione del leader della Lega, Matteo Salvini. ai microfoni di Radio Padania ha dichiarato: “Quando governava la Lega c’erano i militari a Milano, poi ha vinto Pisapia e li ha tolti. Ora arriva Sala e li rivuole, anzi vuole quelli del Giubileo per garantire più sicurezza. E intanto in piazzale Loreto si accoltellano”.

Accuse alle quali il sindaco non bada. Ha infatti dichiarato: “Non lasciamo in appalto alla destra il tema della sicurezza: io non faccio un discorso di populismo, ma c’è chi è per il sistema e chi, attraverso il voto, si mette contro il sistema. Io sono per un ‘sistema modificato’, che si aggiorna, ma che di questi temi si impadroniscano altri”.

Forte anche la risposta dell’assessore alla Sicurezza, Carmela Rozzi: “Nessuno di noi ha mai negato esiste un problema sicurezza. Obiettivamente più persone servono”.

Obiettivo “Strade sicure”

Il piano prevederebbe il dislocamento di circa 1.800 militari del progetto “Strade sicure” da Roma a Milano, ora che il Giubileo si è concluso. Non si tratterebbe di presidiare solo la famigerata via Padova, in zona Loreto, ma anche tutte le periferie milanesi.

A favore dell’iniziativa si è espressa anche la Ministra della Difesa, Roberta Pinotti. L’operazione era stata già aumentata a Roma, con 7.050 militari dell’Esercito che sostengono Polizia e Carabinieri. Secondo un recente report, dall’inizio di “Strade Sicure” i reati a Roma sarebbero scesi del 30%, in quanto la presenza dei militari funzionerebbe anche da deterrente. La Pinotti, a margine del Consiglio di Bruxelles, ha anche citato dati sulla percezione dei militari: “Dicono che rispetto ad alcuni anni fa, quando in qualche modo il militare con l’arma lunga poteva incutere timore, oggi c’è invece una richiesta di presenza ed un ringraziamento da parte dei cittadini. Lo vediamo anche dal fatto che oggi tutti i sindaci d’Italia stanno chiedendo una presenza dell’esercito. Nel momento in cui ti senti più insicuro, la presenza rassicurante delle forze armate migliora anche la percezione di vivibilità e di sicurezza”.

 La Ministra ha poi confermato che cercherà di dislocare i militari su Milano alla fine del Giubileo, anche in ragione dell’aumentato rischio terroristico.

(di Francesca Parlati)

 

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *