Italia, qualificazioni mondiali. Per Ventura partenza ok: 3 punti contro Israele

Italian Football Federation Unveils New Coach Giampiero VenturaL’Italia non stecca la prima contro Israele e vince per 3 a 1 nelle qualificazioni ai mondiali che si terranno in Russia nel 2018, la prima partita che contava veramente per il neo ct Ventura, messo già sul banco degli imputati in settimana per la brutta sconfitta di giovedì in amichevole a Bari contro la Francia di Deschamps. Un match che, quindi, rappresentava un crocevia per il nuovo corso dell’ex allenatore del Torino chiamato sin dai primi momenti della sua nomina a raccogliere la pesante eredità lasciata da Antonio Conte dopo lo splendido cammino degli azzurri agli europei in terra transalpina.

Ventura schiera la sua Italia con il 3-5-2, modulo con il quale il tecnico ha costruito la sua carriera prima a Bari e poi per tanti anni a Torino sponda granata. Il blocco difensivo è intoccabile, spazio tra i pali, quindi, a Buffon, dietro a Bonucci, Barzagli e Chiellini. Davanti alla difesa, ruolo inedito per Marco Verratti, ai suoi lati Parolo e Bonaventura, sugli esterni spazio ad Antonelli e Antonio Candreva, in avanti Pellè ed Eder. Gli israeliani cominciano subito forte pressando a tutto campo gli azzurri mettendo in seria difficoltà Verratti e compagni. Poi al 14 esimo una discesa sulla destra di Antonelli mette in evidenza tutti i limiti di una retroguardia non poi così granitica, l’esterno del Milan serve in mezzo dove Pellè insacca alle spalle di Goresh. Alla mezz’ora Bonaventura viene atterrato in area, dal dischetto trasforma Candreva portando gli azzurri sul doppio vantaggio. Sembra tutto in discesa per la nostra nazionale che, però, soltanto cinque minuti dopo si fa trovare impreparata in difesa, ne approfitta Ben Haim II che con uno splendido pallonetto incrocia sul palo lungo sorprendendo e non poco Buffon.

Il secondo tempo comincia così come era iniziato il primo, grande pressione da parte degli israeliani che non mollano un centimetro mentre l’Italia appare contratta e stanca, al 55 esimo l’episodio che cambia inesorabilmente gli equilibri in campo, secondo giallo per un nervoso Giorgio Chiellini che deve abbandonare il terreno di gioco. Israele sale così in cattedra mettendo in serie difficoltà la nazionale, Ventura dal 63 esimo al 70 esimo opera ben tre cambi, in campo Ogbonna, Florenzi e Immobile al posto di Bonaventura, Candreva ed Eder. Proprio l’attaccante napoletano ora in forza alla Lazio chiude il match spegnendo  ogni velleità di pareggio dei padroni di casa con un preciso diagonale in corsa. Festeggia Giampiero Ventura così come tutti i suoi ragazzi consci di aver portato a casa tre punti pesanti, tre punti che serviranno ad affrontare nel migliore dei modi l’appuntamento decisivo contro la Spagna inserita nel nostro stesso raggruppamento fra poco più di un mese.

di Claudio Serratore

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *