Serie B, 41.ma giornata: anche Bari e Cesena ai playoff, speranze di salvezza per Salernitana e Livorno

A 90 minuti dal termine del campionato, la serie B emette ancora qualche verdetto, delineando di molto la griglia dei playoff e tenendo ancora quasi tutto aperto in coda per un’ultima giornata al cardiopalma.

Staccano il biglietto per gli spareggi promozione Bari e Cesena: i pugliesi si impongono per 3-2 a Brescia nei minuti di recupero, mentre i romagnoli vincono lo scontro diretto con il Novara, si assicurano la possibilità di lottare per la serie A ed estromettono virtualmente i piemontesi dalla corsa. Terzo è sempre il Pescara, vittorioso per 5-2 a Modena con doppietta del capocannoniere Lapadula, poi Trapani (3-0 al gongolante Crotone) e Bari che nell’ultimo turno si giocheranno la posizione in un confronto personale al San Nicola. Fra le sei squadre che si contenderanno la serie A ci sono anche lo Spezia che ha però clamorosamente perso 4-0 a Como e l’Entella (salvo suicidi finali) che ha travolto 4-0 il demotivato Avellino. Caldissima è la zona salvezza: la vittoria di Perugia è decisiva per la Pro Vercelli, si riaccendono le speranze del Livorno che vince 3-1 ad Ascoli (marchigiani tranquilli al 99,9%) e giocherà l’ultima giornata in casa contro il Lanciano che ha gettato via un’occasione più unica che rara dopo la restituzione di 3 dei 7 punti penalizzazione e il pareggio inopinato contro la già salva Ternana, un risultato che fa tremare gli abruzzesi che a Livorno potranno passare dall’opportunità di salvarsi alla disputa del playout fino ad arrivare all’incubo della retrocessione diretta. Stesso discorso per Salernitana e Modena: i campani hanno perso 3-0 a Cagliari coi sardi che hanno scavalcato il Crotone in testa alla classifica, gli emiliani hanno ceduto al Pescara e nell’ultimo turno dovranno vincere a Novara per sperare almeno nello spareggio, mentre la Salernitana avrà un impegno più agevole col già retrocesso Como. Salvo in questo momento è il Latina che ha vinto 2-1 contro il tranquillo Vicenza, ma che all’ultima giornata andrà a Pescara col pericolo di uscire senza punti ed essere scavalcato da chi è dietro. Complicatissimo fare calcoli, la situazione è intricata ed ogni squadra coinvolta vive lo stato d’animo di speranza per potersi salvare subito e quello di ansia per potersi ritrovare direttamente in serie C; Livorno-Lanciano sarà con ogni probabilità l’ago della bilancia, coi toscani in piena rimonta e gli abruzzesi increduli per una salvezza che sembrava ormai cosa fatta e che ora ha tutta l’aria di essere assai lontana.

Lapadula (Pescara) incrementa il suo vantaggio nella classifica dei cannonieri portandosi a 26 reti, nove in più della coppia Cacia (Ascoli) Caputo (Entella), entrambi fermi a quota 17, quindi Budimir (Crotone) a 16 e Coda (Salernitana) agganciato da Vantaggiato (Livorno) a 15.

di Marco Milan

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *